Come scegliere la stampante giusta per Sublimare

By | 31 Dicembre 2015

Come scegliere la stampante giusta per la Sublimazione.

Le cose che devi sapere per decidere tra una stampante di Piccolo e Grande formato.

Qual è la trappola in cui tutti cadono e che ti fa cambiare la stampante dopo poco tempo.

In questo articolo, ti svelerò il motivo che fa buttare le stampanti per sublimazione a tanti stampatori e se devi cambiare o stai pensando di comprare una nuova stampante per la Sublimazione, dopo aver letto questo articolo sarai in grado di scegliere la stampante per Sublimare migliore per te, orientandoti perfettamente nella giungla di proposte, evitando così di cadere nelle solite trappole in cui tutti cadono.

Nelle prossime righe andrò a scrivere, alcune cose che per ovvi motivi mai nessun rivenditore ti dice, o perchè non le conosce, o perchè anche se le conosce non può dirtele altrimenti non ti può più appioppare la sua stampante.

Quello che leggerai più avanti non lo puoi trovare su nessun manuale, o su nessuna guida, e anche se provi a cercare su Google, non le troverai, perchè fanno parte di quelle cose che pochi sanno ma che non possono essere dette. E invece tu le stai per leggere, chiunque altro non ti darebbe mai queste preziose informazioni, mentre io te le scrivo qui e anche GRATIS.

Quello che ti voglio svelare è frutto dei miei anni di Esperienza nel settore, prima come Stampatore e dopo come Tecnico Epson per le stampanti di Grande Formato, che mi trovo ad Assistere tutti i giorni assieme ai miei collaboratori.

Sto per scrivere tutto quello che ripeto ogni giorno di persona o al telefono ai miei clienti e che sono i motivi del loro successo.

Per farti capire quello che ti voglio trasmettere ho bisogno però che tu prima acquisisci alcune informazioni Tecniche Importanti e Fondamentali, soltanto così alla fine di questo articolo avrai una situazione chiara di quello che devi fare per scegliere la stampante Giusta per te.

Consentimi adesso di spiegarti in modo semplice e breve, alcuni dati Tecnici che riguardano gli Inchiostri Sublimatici e le diverse testine di Stampa delle Stampanti, eviterò di dilungarmi in un noioso trattato Tecnico, e cercherò di trasmetterti l’Essenza, di quello che devi conoscere.

Inizio prima a parlare dell’inchiostro Sublimatico:

come saprai e se non lo sai te lo scrivo io adesso, in commercio esistono tantissimi diversi tipi di Inchiostri Sublimatici, prodotti da diversi produttori e proposti con diversi marchi, alcuni sono Originali e hanno lo stesso Marchio di chi ha fatto anche la stampante, come nel caso di Epson, altri invece sono compatibili e possono essere utilizzati su diverse stampanti.

La caratteristica che accomuna tutti questi inchiostri a prescindere dal marchio e dal produttore è il fatto che l’inchiostro Sublimatico è un inchiostro che crea sedimenti. Infatti se tu provi a lasciare fermo in una bottiglia trasparente dell’Inchiostro Sublimatico noterai che si forma un accumulo di particelle che si depositano sul fondo.

Adesso prova a immaginare che cosa succede se quest’inchiostro e sopratutto l’accumulo di particelle va a finire all’interno di una testina di stampa. Non so se hai mai visto la testina di stampa di una stampante. Gli ugelli da dove esce l’inchiostro non sono altro che tutta una serie di microscopici fori da cui viene spruzzato l’inchiostro dalla stampante per finire poi sul foglio di carta. Pensa se in questi microscopici forellini tu cerchi di farci passare tutta la porcheria generata dalla stagnazione dell’Inchiostro Sublimatico. La risposta penso che sia scontata, quei forellini si intasano e d’inchiostro non ne passa più nemmeno una goccia, se qualcuna riesce a passare potrai avere delle stampe piene di strisce bianche, altrimenti, nella situazione peggiore, la stampante ti lascerà addirittura il foglio completamente bianco.

La stagnazione nell’Inchiostro Sublimatico è inevitabile, se possiedi o ti viene proposta una stampante modificata, che non è stata costruita per stampare con Inchiostro Sublimatico, l’inchiostro tende a stagnare nei serbatoi messi nella stampante che non vengono mai svuotati completamente.

Le confezioni di Inchiostro che inizi e riprendi in un secondo momento, sono quelle che hanno creato maggiori sedimenti, l’ideale sarebbe usare dei filtri (esistono filtri appositi a 10.000 fili) per filtrare le particelle generate. Chissà quante volte hai versato nella stampante inchiostri aperti inconsapevole di versare assieme all’inchiostro anche tutto il sedimento generato, e tutta quella porcheria dopo poco tempo ha iniziato a crearti problemi di stampa, perchè ti ha intasato tutti gli ugelli della stampante.

Quando commetti questo errore non te ne accorgi subito, perchè i sedimenti non arrivano subito alla testina di stampa, prima inizieranno a intasare la pompa idraulica, e tu sei costretto effettuare molte più pulizie degli ugelli di prima, per ottenere la stessa qualità di stampa, e soltanto dopo tempo le particelle di sedimento arrivano agli ugelli della Testina di Stampa inchiodandola, e a quel punto non puoi più stampare.

Anche se possiedi delle cartucce di inchiostro chiuse, intendo quelle sigillate, non sei esente da questo problema e dovresti agitarle ogni tanto, per ritardare il formarsi delle particelle, ma la sedimentazione si sviluppa lo stesso, e puoi rallentare il problema, ma prima o poi ti ritrovi la testina inchiodata.

Ora so che stai pensando che è un bel casino e ti do ragione, perchè a questo punto se non sei un Colosso come Epson, che sulle stampanti di grande formato, che nascono soltanto per stampare in sublimazione, ha progettato e creato, nei serbatoi che contengono l’inchiostro delle stampanti tutta una serie di filtri, che si cambiano quando intasati e permettono all’inchiostro di entrare nel circuito della stampante sempre puro e pulito. Ma se tu non hai un sistema come questo di Epson la vedo davvero critica, perchè senza un sistema analogo ti assicuro che se hai deciso di acquistare una stampante di grande formato e inserire l’Inchiostro Sublimatico, la testina ha i giorni contati, e nel momento che versi l’inchiostro nel circuito hai innescato il timer con il conto alla rovescia che ti porta al blocco della testina di stampa.

Parlo di tutte quelle stampanti di grande formato che nascono per stampare con inchiostri diversi da quello Sublimatico, e che anche se con marchi diversi avranno sempre certamente testine di stampa Epson, con le caratteristiche e le problematiche che ti ho scritto sopra. Per cui se stai pensando di inserire inchiostri Sublimatici nelle Epson 9700, e sulle Epson T700, o T7200 etc. lascia perdere, perchè ti farai soltanto molto male. Se vuoi puntare a delle stampanti di grande formato, considera quelle che sono pensate e progettate per lavorare esclusivamente con gli inchiostri Sublimatici, e le Epson ti cui ti ho accennato prima sono in questo momento quelle più affidabili e sicure.

Ma se il tuo budget è ridotto, e i volumi di produzione e la spesa ti fa orientare a una stampante di piccolo formato, tipo A4 o A3, allora il discorso cambia. Anche in questo caso ti troverai di fronte a tutta una serie di stampanti con modifiche o da modificare, a anche qui troverai tutta una serie di stampanti Epson, dalle Workforce alle L800 o L1800, e adesso ti scrivo un concetto che voglio che fissi bene:

  • Epson non fabbrica stampanti di piccolo formato per la sublimazione,

pertanto tutto quello che ti stanno proponendo sono stampanti che nascono per stampare, con inchiostri diversi, che non creano sedimentazione, che sono molto più fluidi, e dunque nel momento in cui tu metti in queste stampanti un inchiostro molto più denso, e che già dopo qualche settimana ti crea un bel deposito di porcheria, come l’Inchiostro Sublimatico, non ci vuol molto a capire che la testina di quella stampante non avrà lunga vita. Se poi lavori anche in un ambiente con un temperatura di solito superiore ai 25 °C, ancora peggio, perchè gli inchiostri più alta è la temperatura e più si addensano, e in questo caso il problema lo riscontri ancora prima. Hai capito adesso perchè queste stampanti quando si caricano con gli Inchiostri Sublimatici bisogna buttarle via dopo pochissimo tempo?

Pertanto a me no che non ti piace buttare via i soldi, evita tutte le soluzioni che prevedono una Epson di piccolo formato con inchiostri sublimatici. Ora ti senti un po confuso e spaesato, ma stai tranquillo perchè sto per suggerirti una soluzione anche per la stampa di piccolo formato.

Devi sapere, che in commercio ci sono delle stampanti nei formati A4 (cm. 21×29,7) e A3 (cm. 42×29,7), che sono state progettate per stampare con inchiostri in Gel, per cui adesso intuisci che se una testina è stata progettata per farci passare un inchiostro gelatinoso, darà molti meno problemi se noi ci facciamo passare un inchiostro come quello Sublimatico che è di fatto liquido. E parte di quella porcheria di cui parlavamo magari in questi ugelli riusciamo pure a farla spruzzare via, e farla espellere dal circuito della stampante, ovvio che non ti dico che queste stampanti le puoi lasciare spente per 3 mesi, ma ho dei casi di clienti che le hanno lasciate spente diverse settimane e quando le hanno accese stampavano a meraviglia.

Lo so che ora stai morendo dalla curiosità di sapere quali sono queste stampanti, e non voglio farti soffrire oltre lasciandoti con questa curiosità, sto parlando delle stampanti con inchiostri GelJet della Ricoh. Per queste stampanti ci sono delle aziende che hanno sviluppato Inchiostri Sublimatici che ti evitano tutti i problemi in cui cadrai acquistando una Epson di piccolo formato. Qualcuno ha sviluppato poi per queste stampanti, anche dei piccoli programmi con tutti i profili colore già elaborati, e puoi ottenere dei risultati ottimi, e realizzare delle stampe davvero di alto livello, al pari di quelle ottenute con le stampanti di grande formato in affiancamento a programmi di gestione ben più costosi.

Pertanto spero che ora ti sia tutto più chiaro, se stai pensando a una stampa di grande formato, con formati di stampa di cm. 111, o di cm. 162, la soluzione non può che essere Epson, che ha realizzato Stampanti e Inchiostri originali specifici per la Sublimazione.

Se invece hai intenzione di iniziare a tastare il terreno con una stampante meno impegnativa dal punto di vista economico, e puntare per iniziare a un formato in A4 (cm. 21×29,7) o in A3 (cm. 42×29,7), la soluzione obbligata è quella delle stampanti della Ricoh con testine di stampa progettate per gli inchiostri GelJet.

Ora mi è venuto da pensare che però tu puoi avere anche il dubbio se acquistare una stampante di piccolo o grande formato. E ho deciso ti darti anche quest’altra perla. Infatti questa è una delle domande più frequenti dei mie clienti, e a cui ho risposto davvero centinaia di volte:

conviene una stampante di Piccolo formato o di Grande formato?

Qui ti scrivo le differenze che saranno come una bussola nel deserto, e serviranno a darti subito il giusto orientamento così non rischi di perderti. Per cui leggi molto attentamente cosa sto per scrivere, perchè anche questa è una cosa che non ti dirà mai nessuno. E sono le cose fondamentali che devi sapere per poter scegliere tra una Stampante di Piccolo o di Grande Formato.

Le stampati di piccolo formato, costano poco, e se hai a disposizione pochi soldi e vuoi iniziare con la Sublimazione certamente sono una soluzione obbligata. Mentre per una stampante di grande formato devi sborsare diverse migliaia di euro, però la scelta non è così scontata, e per prendere questa decisione bisogno procedere a un’attenta analisi che non so se sei in grado di fare da solo, perchè ci sono davvero tante cose che devi considerare, ma ti voglio far conoscere molti fattori importanti e se sei abile riuscirai nella scelta giusta. Di solito tutti puntano alla stampante di piccolo formato solo perchè costa meno, ma poi capita che quello che meno costa diventa poi il più costoso, perchè se è vero la stampante di grande formato costa di più di quella di piccolo formato, è anche vero però che con quella di grande formato hai un costo copia davvero molto più basso di quelle di formato piccolo. Ti faccio un esempio: la stessa stampa in A4 (cm. 21×29,7) che nella stampante piccola ti costa 70 o 80 centesimi di euro, nella stampante di grande formato la stampi con circa 4 centesimi di costo.

Dunque vedi che bisogna fare un attenta valutazione, e non dare nulla per scontato.

Devi considerare qual’è la produzione a cui pensi di andare incontro con il tuo lavoro, perchè se prevedi di iniziare subito con una mole di lavoro importante è certamente interessante valutare la scelta di un plotter di grande formato, perchè il tuo investimento iniziale maggiore sarà compensato dal minor costo delle stampe.

Se acquisti una stampante di piccolo formato già consapevole che devi stampare tanto, vai a spendere in inchiostri in poco tempo la cifra con cui avresti acquistato un plotter di grande formato.

Bisogna anche valutare quale produzione stiamo considerando, se tessile, pertanto la personalizzazione di tessuto in poliestere, o se vuoi produrre oggettistica, tipo cover per i cellulari, tazze, etc. , perchè per l’oggettistica di solito non ti serve avere stampe di grandi dimensioni, mentre per il tessile, se decidi per esempio di stampare una maglietta a pieno campo, ossia tutta la parte frontale maniche comprese, la tua scelta è obbligata sulla stampa di grande formato.

La scelta tra il piccolo e il grande formato non è una cosa semplicissima ma spero con questo articolo di averti chiarito molti dubbi, e ora ti puoi ritenere Abile e Arruolato per poter decidere la giusta stampante senza farti ingannare.

Io mi sarò creato certamente l’odio di tutti quelli che vendono stampanti Epson modificate, per la sublimazione, ma è il prezzo che ho deciso di pagare il giorno che ho deciso di fare questo blog, e l’idea di farti lavorare meglio mi fa più piacere che vedere i rivenditori che persistono a proporre stampanti e inchiostri consapevoli dei problemi che hanno ma molto abili nel nasconderli allo scopo di procurarsi qualche vendita in più anche se soltanto fine a se stessa.

Ti ringrazio per essere arrivato a questo punto della lettura e se pensi che questo articolo ti sia stato utile, e se ho raggiunto il mio scopo,di darti un orientamento sulla tua scelta, mi farebbe piacere leggere il tuo commento qua sotto.

Alla prossima.

IlarioSerci

 

Ilario

 

 

P.S.: se inserisci la tua mail qui di fianco potrai ricevere in omaggio la nostra Guida Rapida, troverai al suo interno tanti altri consigli di valore per aiutarti nel lavoro di tutti i giorni.

259 commenti per “Come scegliere la stampante giusta per Sublimare

  1. Avatarettore

    grazie delle informazioni molto utili .
    se mi puoi consigliare dove aquistare la ricoh sg 7100 sublimatica grazie e buon lavoro

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Ettore,
      grazie a te del commento, son felice che hai trovato utili le mie informazioni.
      Per quanto riguarda la Ricoh Sg7100 ti ho inviato un messaggio privato con tutte le indicazioni.
      Buon lavoro.
      Ilario

      Rispondi
      1. Avatarfiore

        Salve buon giorno io sto in procinto di apire un attivita di personalizazione cover mi puo consigliare la stampante giusta ? e se conosce anche dei forni per sublimazione 3d mille grazie

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Buongiorno Fiore,
          posso certamente essere utile, ma come ho già scritto per poter consigliare le attrezzature bisogna procedere prima a una valutazione attenta acquisendo tante informazioni che non è certo possibile avere con 2 righe nei commenti. Pertanto la invito a inviarmi a mezzo email un suo contatto telefonico a info@professionestampa.it onde poter comunicare almeno telefonicamente e poter tracciare un quadro di quelle che sono le sue reali esigenze e capire il budget necessario per raggiungere i suoi obiettivi e sopratutto poter avere un ritorno dell’investimento il più veloce possibile.

          Rispondi
        2. AvatarSalvatore

          Salve io sto in procinto di apire un attivita di personalizazione cover mi puo consigliare la stampante giusta dell ricoh piccolo formato? E poi volevo chiedere se in merito all’argomento hai qualche altra dritta da darmi xke i tuoi consigli spno stati molto utili

          Rispondi
          1. IlarioIlario Post author

            Ciao Salvatore,
            se hai letto i miei articoli relativi avrai capito che quello che posso fare per te va ben oltre darti qualche dritta.
            I Clienti che decidono di affidarsi a me sono seguiti passo passo e non hanno bisogno di procedere per tentativi, perché hanno tutte le indicazioni necessarie per realizzare lavori professionali senza margini d’errore.
            Pertanto se anche tu desideri evitare di perdere tempo e soldi provando diversi materiali e attrezzature prima di scoprire qual è quello giusto, puoi inviarmi un tuo contatto via email all’indirizzo che trovi a questo link http://professionestampa.it/contatti/ e sarai richiamato al più presto.

        3. AvatarAlberto

          molto molto interessante, fino ad oggi non avevo trovato adeguate informazioni sull’argomento e finalmente ne leggo di esaustive per correggere il mio approccio e la mia ricerca. grazie

          Rispondi
    2. Avatarluciano

      Grazie veramente per i chiarimenti dettagliati,
      avevo una infarinatura acquisita da venditori e pseudo-tecnici , ma veramente limitata visto poi ciò che ho appreso nel tuo blog.
      Devo dire che nel mio piccolo mi ero comunque orientato, parlando di piccolo formato, ad acquistare una Ricoh.
      Grazie ancora per l’aiuto !

      Rispondi
      1. IlarioIlario Post author

        Grazie a te Ettore, in questo momento purtroppo Ricoh ha messo fuori produzione qualche modello di stampante pertanto rispetto a quello che avevo scritto nel mio articolo qualcosa è cambiato, restano validi i principi ma bisogna valutare dei modelli differenti, se hai bisogno del mio supporto per non rischiare di buttare via tempo e denaro, mi puoi contattare anche privatamente ai contatti che trovi in questa pagina: http://professionestampa.it/contatti/

        Rispondi
  2. Avatarantonio

    Buonasera
    Non sapevo niente della stampa sublimatica.
    I tuoi consigli mi sono stati preziosissimi, complimenti.
    Vorrei cominciare a cimentarmi con la stampa “Cubicatura”
    Cosa mi consigli come stampante che non costi troppo.
    Grazie e distinti saluti.
    Antonio c/o Eurocart srl

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buonasera Antonio,
      grazie a te per il commento e sono lieto di apprendere che hai trovato i miei consigli sulla Stampa Sublimatica preziosi.
      Purtroppo però sulla Stampa Cubicatura o Stampa Idrografica, non ti posso essere utile, per quanto ne conosca le dinamiche e gli utilizzi è una tecnica su cui non sono specializzato, pertanto evito di esprimermi e lascio spazio a chi ti potrà essere senz’altro più utile.
      Buon lavoro
      Ilario

      Rispondi
  3. AvatarAmedeo Costantino

    Salve Ilario e grazie per i preziosi consigli ed avvertimenti; quando dici che il costo di una stampa a sublimazione in A4 con una stampante di piccolo formato è di 70/80 cent. intendi foglio transfer compreso o solo di inchiostro?
    grazie in anticipo e un cordiale saluto
    Amedeo

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Amedeo,

      grazie per il tuo commento, il costo che ho riportato è ovviamente indicativo e si riferisce al solo costo inchiostro necessario per un foglio A4 pieno, utilizzando inchiostri di un noto marchio che propone cartucce sigillate contenenti inchiostro sublimatico compatibile con le stampanti Ricoh.

      Ti anticipo che si stanno rendendo disponibili delle soluzioni comunque più economiche per poter abbassare i costi di stampa anche sulle stampanti di piccolo formato.

      Rispondi
  4. Avatarmario

    grazie per le informazioni sono davvero utili se mi puoi indicare dove comprare una ricoh con cartucce ricaricabili e inchiostro sublimatico in geljet

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Mario,
      grazie a te per il commento.
      Le informazioni che chiedi te le scrivo in Privato.

      Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Diego poni il quesito altrimenti non capisco cosa vuoi sapere, ci sono circa 200 commenti soltanto nell’articolo che hai commentato… Siate comprensivi.

          Rispondi
          1. Avatarmarianna molinini

            Ciao, grazie per l’articolo. Mi puoi indicare dei modelli di stampanti ricoh con cartucce ricaricabili e inchiostro sublimatico in geljet? Grazie

          2. IlarioIlario Post author

            Ciao Marianna,
            se ti fa piacere avere il mio supporto scrivimi in privato, ti darò tutte le indicazioni del caso, ti chiedo d’indicarmi un contatto telefonico perché in questo periodo ho un accesso limitato a internet e magari faccio prima a chiamarti.
            Resto in attesa di leggerti.

      1. AvatarROBERTA

        ADESSO E’ TUTTO PIU’ CHIARO, GRAZIE…..UNA SPIEGAZIONE CHIARA ED ESAUSTIVA…….POTRESTI MANDARE ANCHE A ME LE INFORMAZIONI X L’ACQUISTO DELLA RICOH?

        Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Alessio, grazie per il commento. Ti ho dato le indicazioni in privato.

      Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie a te Valentina son felice che il mio articolo ti sia stato utile.

      Rispondi
  5. AvatarAlessandro

    Salve. Mi potrebbe indicare dove posso acquistare questa stampante?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Alessandro,
      fammi capire a quale stampante ti riferisci e saprò darti indicazione.

      Rispondi
  6. AvatarAntonio

    Ciao Ilario, complimenti per il tuo sito ,volevo inserire nella mia attività la stampa per cover personalizzate ,ora leggendo i tuoi consigli sono orientato verso una rico aficio ho trovato un’azienda che mi dava la stampante con: SISTEMA INTEGRATO “VIRTUOSO” A4 PER SUBLIMAZIONE ,rimarchiata Sawgrass.
    Cosa vuol dire?
    Poi cosa ne pensi della termo pressa ALL IN ONE tutto in uno?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Antonio,
      ti ringrazio per il tuo commento e per i complimenti, il tuo orientamento sulla Ricoh mi trova d’accordo. La Sawgrass è una ditta che realizza inchiostri Sublimatici compatibili con le stampanti Ricoh, ma ovviamente non realizza stampanti, non voglio esprimere giudizi ma ti spingo a fare una considerazione: cosa ti offre in più la stampante Ricoh rimarchiata Sawgrass rispetto a comprare la stessa stampante Ricoh e inserire dentro li stessi inchiostri Sawgrass? A buon intenditor…
      In questo momento su questa stampante ci sono anche soluzioni che ti consentono di avere una buona qualità e un notevole risparmio sugli inchiostri, se vuoi qualche riferimento più preciso te lo posso scrivere privatamente.
      Per quanto riguarda le termopresse All in One, se ti vuoi far male è la soluzione giusta. La sublimazione è un processo semplice ma la termopressa è importantissima, se non hai una buona uniformità di temperatura e di pressione non riuscirai mai a ottenere un buon risultato. Oltre al fatto che in ogni caso, con le macchine che fanno tante cose hai sempre un compromesso da pagare, che di solito è quello della scarsa qualità. Il mio consiglio è di avere una macchina dedicata per ogni funzione, su questo ti invito a leggere il mio articolo http://professionestampa.it/termopressa-manuale/ dopo averlo letto avrai certamente le idee molto più chiare anche sulle termopresse.
      Buona lettura e a presto.
      Ilario

      Rispondi
      1. Avatardamiano

        buongiorno
        Vorrei saper se sulle ricoh è possibile utilizzare ciss esterni con inchiostri non originali senza che creino problemi alle testine.Stampare t-shirt con fogli A3 con inchiostri originali è molto costoso.
        Grazie
        Damiano

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Damiano,
          al momento sulle Ricoh non ho ancora visto una soluzione con Kit Esterno, anche perchè bisogna considerare che stiamo parlando di stampanti molto economiche, e un’alimentazione in continuo seria supererebbe il costo della stampante.

          Ci sono comunque in commercio delle soluzioni per queste stampanti che ti consentono di utilizzare degli inchiostri economici, ovviamente quello che conta è sempre il profilo colore. Si può riuscire a stampare bene con qualsiasi inchiostro ma bisogna avere il profilo colore adeguato, solo così riuscirari ad avere una corrispondenza cromatica precisa e a realizzare stampe professionali con colori intensi e vivaci.

          Se hai bisogno di maggiori indicazioni per individuare una soluzione per stampare in modo economico sulla ricoh contattami su info@professionestampa.it

          Rispondi
      2. Avatarmarco

        ciao potresti inviare anche a me i riferimenti alle soluzioni più economiche dicui parlavi per la ricoh
        ho una aficio sg 3110dn.
        grazie per la condivisione della tua esperienza.

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Marco,

          il discorso non è tanto individuare la soluzione più economica, quanto quella più adatta. Pertanto è ben diverso, la soluzione più economica non potrebbe essere quella adatta alle tue esigenze, bisogna capire cosa vuoi personalizzare e in quali quantità. Sono certo che anche per te sia prioritaria la buona riuscita del lavoro rispetto al risparmio, inutile produrre un stampa a basso costo se poi non è presentabile.

          Mi pare inoltre di capire che tu sei già possessore della stampante e presumo che già la stia utilizzando con qualche inchiostro e questo è certamente un problema, perché su questa stampante in considerazione del basso costo l’utente non ha la possibilità di effettuare la pulizia del circuito.

          Se sei possessore di Partita IVA e pensi comunque di aver bisogno del mio aiuto per poter ottimizzare la tua produzione e avere una certezza di produrre stampe professionali senza sprechi di tempo e denaro contattami su info@professionestampa.it indicandomi un contatto telefonico e ti contatto non appena possibile.

          Rispondi
  7. AvatarAndrea Tabolacci

    Buongiorno Ilario,
    grazie dei preziosissimi consigli, sono arrivato sul tuo blog per caso ma credo che lo frequenterò spesso!
    Anch’io vorrei un consiglio sulla stampante ricoh A4 oppure A3 da comprare e dove comprarla, nonché sugli inchiostri sostitutivi.
    Poi un chiarimento da novizio: una volta sostituiti gli inchiostri con quelli sublimatici, la stampa su carta fotografica è possibile comunque? E con quali risultati?
    Grazie in anticipo!

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Andrea,
      mi fa piacere che hai trovato utili i miei consigli.
      La stampante che usi per la Sublimazione deve essere dedicata soltanto alle stampe sublimatiche e non puoi utilizzarla per stampare su Carta Fotografica. Gli inchiostri sublimatici reagiscono alle alte temperature essendo racchiusi in micro sfere gassose che scoppiano superati i 160 gradi, pertanto la stampa su carta ha colori smorti.
      Per quanto riguarda i consigli sugli acquisti, ti invierò i dettagli privatamente.
      A presto.
      Ilario

      Rispondi
      1. AvatarPaolo

        Ciao Ilario.
        Ti faccio i complimenti perché qui ho trovato molte informazioni e consigli preziosi.
        Solo un piccolo appunto sulle presunte sferette gassose che scoppiano. In realtà il processo chimico “sublimazione” prevede che un corpo solido passi allo stato gassoso direttamente senza passare dallo stato liquido, per cui si tratta di cristalli che diventano loro stessi gas dopo una certa temperatura.
        Sempre ammesso che non si tratti di nuove tecnologie di cui non sono a conoscenza e allora ne prendo atto.
        Ho sentito che molti hanno avuto problemi di sversamento di inchiostro nelle Epson WF con conseguente corto circuito dei collegamenti della testina, hai dei riscontri su questi casi?

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Paolo,
          ti ringrazio per i Complimenti che sono sempre graditi.

          Lo scopo del mio Blog è quello di rendere concetti Tecnici e anche abbastanza complessi di facile comprensione, pertanto ho cercato di rendere il più semplice possibile il processo Sublimatico perché fosse di facile comprensione senza addentrarmi in trattati Chimici che sarebbero stati inutili e noiosi oltre che fuoriluogo, per questo poco importa che si tratti di sfere piuttosto che di Cristalli, ma l’essenziale è far capire che l’inchiostro reagisce alle alte temperature passando sotto forma gassosa per poter essere trasferito su una superficie raffreddata e dai riscontri avuti penso di essere riuscito nel mio intento.

          Per quanto riguarda i problemi sulle Epson WF, ribadisco ancora una volta che non sono stampanti progettate per stampare con inchiostri Sublimatici pertanto tutti i problemi conseguenti sono naturali e inevitabili, come già scritto nell’articolo, Epson progetta stampanti native per la sublimazione soltanto dai 44 pollici a in su.

          Rispondi
  8. AvatarAntonio

    Grazie Ilario per i tuoi cosigli ,comunque possiedo gia questa stampante della rico modello SG2100N a tecnologia gel pensi che andrebbe bene per sublimare ho devo acquistarne una nuova?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Antonio,
      per la Sublimazione ti consiglio di prendere la 3110 DN se vuoi il formato A4 o la 7110 se vuoi il formato A3. Sono modelli già testati dove vai sicuro che trovi tutto il necessario per poter lavorare bene: cartucce ink compatibili, eventuali cartucce ricaricabili, chip autoreset, etc.
      A presto
      Ilario

      Rispondi
  9. AvatarMarco

    Ciao Ilrio e grazie per i tuoi preziosi suggerimenti.
    Anch’io vorrei avventurarmi in questo mondo e fortunatamente facendo qualche ricerca sul web sono capitato sul tuo blog.
    Mi piacerebbe acquistare una Ricoh 7110 DN ma, visti i prezzi, ti sarei grato se volessi suggerire anche a me dove acquistare stampante, inchiostri compatibili e quali sono le soluzioni più economiche a cui accennavi.
    Grazie.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Marco,
      grazie a te per il commento, mi fa piacere che la lettura ti sia stata utile.
      Ti darò le indicazioni che chiedi in una mail privata.
      A presto.
      Ilario

      Rispondi
      1. AvatarMario

        Ciao Ilario,
        complimenti per la preparazione in questo campo e per le preziose informazioni che “elargisci”.
        Mi piacerebbe avere le stesse informazioni richieste da Marco, ringraziandoti anticipatamente.
        Buona giornata
        Mario

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Mario,
          grazie per il tuo commento, ti posso dare indicazione di diverse soluzioni, ma ho bisogno di farti alcune domande per individuare con precisione quale può fare al tuo caso, se vorrai indicarmi un tuo recapito telefonico scrivendo a info@professionestampa.it ti chiamerò durante le mie percorrenze in autostrada e ti fornirò tutti i dettagli del caso.

          Rispondi
  10. AvatarGiovannetti Giorgio

    Ciao Ilario, mi chiamo Giorgio e stavo appunto per comprare una stampante Epson per sublimazione, per caso ho iniziato a leggere il tuo blog e ovviamente mi sono fermato. Gentilmente mi puoi indicare dove posso comprare una Oki formato A3 per stampa sublimatica, sono a Roma. Quanto può costare? che differenza c’è con una di formato più grande? Tieni presente che ho dei periodi abbastanza lunghi in cui la stampante non viene usata ( intendo le ferie e il periodo di Natale), in questi periodi come si proteggono gli augelli? Ti ringrazio anticipatamente per la risposta. Giorgio

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Giorgio,
      grazie per il tuo commento, forse per la stampante quando hai scritto Oki intendevi la Ricoh?
      In caso positivo non dovresti avere grandi problemi tenendola ferma, ti consiglio comunque di cercare di accenderla una volta alla settimana e fare una pulizia degli ugelli così da essere più tranquillo e magari riuscire ad agitare le cartucce di inchiostro ogni due settimane attenuando così il formarsi del sedimento in cartuccia. Questa stampante non crea tante noie ma come tutte le stampanti a Getto d’inchiostro più le usi e meglio funzionano.

      Quando chiedi la differenza con una più grande ti riferisci al costo copia o all’affidabilità?

      Attendo il tuo riscontro.
      Ilario

      Rispondi
      1. AvatarGiovannetti Giorgio

        Ciao Ilario, intanto grazie per la risposta, mi ha permesso di trovare , forse, la stampante con i requisiti che cercavo. Ti chiedevo la differenza di prezzo tra una RICOH SISTEMA INTEGRATO “VIRTUOSO” A3 PER SUBLIMAZIONE e una stampante in grado di fare stampe piu grandi, grandi fino a coprire una shirt, tieni conto che ho una struttura artigianele. Grazie ciao Giorgio

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Giorgio,
          se vuoi realizzare delle stampe all over cioè a pieno campo, coprendo dunque la t-shirt interamente con la stampa, devi prevvedere l’acquisto di una Epson F6200, che ti da la possibilità di realizzare stampe con larghezza fino a cm. 111 senza problemi. Per quanto riguarda il sistema che hai citato è la solita strategia di uno dei tanti produttori di inchiostri che ha ribatezzato alcune stampanti Ricoh per poterle proporre a un costo superiore.

          Se desideri ulteriori dettagli economici è opportuno comunicare privatamente.

          Rispondi
  11. AvatarAgos

    Ciao Ilario,
    mi complimento con te, ho trovato molto interessanti i tuoi articoli ed esaustivi.
    Io da poco ho ricevuto una serie di prove stampante con una ricoh penso sia formato A4.
    Purtroppo non riesco a trova un modo pratico e veloce per trasferire su un supporto cilindrico al 100%, magari una ganascia, puoi consigliarmi qualcosa di utile?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Agostino,

      grazie per i complimenti, mi fa piacere che il mio articolo ti sia stato utile a capire meglio le dinamiche della sublimazione ela differenza tra le varie stampanti.

      Per quanto riguarda la tua domanda vorrei esserti utile, ma non mi dai abbastanza dettagli, supporto cilindrico è troppo generico, può essere una tazza, un bicchiere, e chissà cos’altro, la cosa fondamentale è conoscere sopratutto il diametro, se ha un diametro compreso da 7,5 a 9 cm. puoi usare una pressa per le tazze con la ganascia utilizzate proprio per le tazze standard da 11 oz, oppure personalizzarlo su un forno utilizzando la membrana in silicone che lo avvolge tenendo la stampa in carta bene a contatto e resistendo al calore necessario per far migrare l’inchiostro sublimatico dalla carta al supporto cilindrico.

      Ovviamente tieni conto che il tuo supporto deve essere trattato per la stampa sublimatica e di un materiale in grado di resistere all’alta temperatura.

      Spero di aver risposto alla tua domanda pur non avendo conoscenza del supporto che devi personalizzare.

      Se vuoi avere maggiori notizie sulle presse leggi il mio articolo: http://professionestampa.it/termopressa-per-tazze/ se invece desideri capire meglio come funziona la stesura del pretrattamento sui supporti stampabili in sublimazione leggi questo articolo: http://professionestampa.it/stampare-tazze/

      A presto
      Ilario

      Rispondi
  12. AvatarGiuseppe

    Ciao Ilario,complimentarmi è poco il tuo blog è unico e professionale,io ho già una termo pressa e di solito le stampe le faccio fare da una ditta esterna,premetto che il mio lavoro si occupa di stampe su ombrelli ,avendo preso la decisione di voler fare tutto internamente chiedo un tuo consiglio su alcuni punti per i tipi di stampa su a3:
    che tipo di stampante sublimatica devo comprare e dove?
    per i colori scuri invece cosa mi suggerisci? ti ricordo che ho bisogno di pellicole sottilissime quasi invisibili al tatto.
    se le stampanti sono 2 vi sono anche software per la ricostruzione dei loghi?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Giuseppe,

      sono felice che hai trovato il mio Blog di tuo gradimento.

      Per quanto riguarda la stampante come ho scritto nell’articolo, se sei interessato al piccolo formato considera la Ricoh e vai sul sicuro, non capisco però perchè se stampi ombrelli cerchi un formato A3, considerato che potresti realizzare le personalizzazione anche con una stampante A4 molto meno costosa e anche più veloce.

      Per quanto riguarda lo scuro hai bisogno di un buon termoadesivo da stampa o da intaglio, ma deve essere specifico per il nylon e se l’ombrello è rosso o presenta delle fantasie allora ti consiglio di utilizzare un termoadesivo con la barriera antisublimazione, perchè sotto pressa l’inchiostro sublimatico torna allo stato gassoso e colora il materiale che tenti di applicare dandoti un effetto trasparente, pertanto se applichi una dicitura bianca su rosso te la ritrovi rossastra, o se la stai applicando sopra delle stampe a strisce queste ricompaiono sul materiale dandoti uno spiacevole effetto non coprente e dunque di trasparenza.

      Se cerchi un Software per la ricostruzione dei loghi devi considerare un Software di grafica vettoriale, uno dei più completi è Adobe Illustrator ma è anche abbastanza costoso anche se Adobe propone anche dei noleggi mensili, un’alternativa molto interessante visto anche la piena compatibilità con i Plotter da Taglio e quella di Corel Draw, altro Software di Grafica Vettoriale usatissimo da tanti professionisti.

      Per le indicazioni agli acquisti ti invito a contattarmi privatamente ai dati che trovi in questo link http://professionestampa.it/contatti/ per darti tutte le indicazioni, sarò bel lieto di suggerirti le migliori soluzioni ed evitarti inutili sprechi di denaro acquistando materiali non adatti per il tuo utilizzo.

      Spero di aver risposto in modo esaudiente a tutte le tue domande.

      A presto.
      Ilario

      Rispondi
  13. AvatarGiovannetti Giorgio

    Ho acquistato la Ricoh SG7100, c’erano troppe offerte poco chiare e molto approssimative non mi convincevano.
    Ho scoperto per caso su internet questa recensione di Ilario, sul sublimatico e le stampanti da usare, ma soprattutto a cosa dovevo stare attento nell’eventualità di un acquisto. Dopo mi sono messo in contatto con lui e ho trovato una persona competente e disponibile. Mi ha aiutato nella scelta della quale sono molto soddisfatto e devo dire che continua ad essere presente ogni volta che ho bisogno di aiuto. Dimenticavo, io e Ilario non ci conosciamo personalmente, non ci siamo mai incontrati, tutto questo è avvenuto per telefono.
    Grazie a lui ho risparmiato tempo nella scelta della stampante e degli accessori.

    Rispondi
  14. AvatarRomina

    Buonasera Ilario, grazie per il tuo blog perché mi è stato utilissimo!!! Io sto cercando una stampante ad inchiostro sublimatico e mi stavo dirottando su formato A4 ma ho letto che un A3, ha un costo più elevato iniziale, ma che nel tempo lo ricuperi tutto!!! Sapresti indicarmi x favore dove poter acquistare queste stampanti??!!
    Un’altra domanda invece te la rivolgo sulla pressa 6in1 ho visto che hai commentato ad un’altra persona che è una pessima scelta!!! Dato che alcune di queste in commercio hanno dei prezzi davvero canta rustici in quanto bassi, dove potrei trovare presse singole x ogni oggetto, tipo tazze, puzzle, cappelli, cover, piatti…..ad una modica cifra???
    Ti ringrazio davvero per il tempo che mi dedicherai nel rispondermi
    Ciao Romina

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Romina,
      sono felice che il mio articolo ti sia stato d’aiuto.
      Quello che hai scritto riguardo le stampante è corretto, la differenza di costo tra il formato A4 e il formato A3 è abbastanza grande, motivo per il quale a meno che non siamo davanti a particolari esigenze io consiglio sempre di iniziare con il formato A4 e poi eventualmente fare il salto di qualità al plotter di grande formato quando i volumi di vendita iniziano crescere.

      Per quanto riguarda le presse, è vero che il prezzo basso è sempre allettante ma è anche vero che la Sublimazione è un processo di trasferimento molto semplice ma che ha come base il calore e se questo non è preciso ed uniforme tutto viene vanificato, pertanto con le termopresse economiche è vero che spendi poco ma poi rischi di non poter stampare e pertanto quei soldi spesi andranno sprecati perchè ti ritroverai a cercare un’altra termopressa e a dover spendere altri soldi, il consiglio che ti do è di puntare a fare alcune cose ma farle bene, pertanto se decidi di stampare le tazze punterai a una pressa per tazze professionale, se decidi di stampare cover in 2D e puzzle, cuscini, etc. avrai bisogno di una buona pressa piana, mentre se decidi di stampare cover in 3D o piatti avrai bisogno di un buon forno 3D che possa utilizzare il film 3D e non la carta. Ti consiglio di leggere i miei articoli sulla sublimazione perchè avrai tutto un po più chiaro.

      Se hai piacere ti posso fornire ulteriori informazioni circa la reperibilità dei prodotti e consigliarti quali acquistare e perchè, se vuoi puoi scrivermi su info@professionestampa.it spiegandomi meglio il tuo caso e ti contatterò quanto prima.

      Rispondi
  15. Avatarantonio

    Ciao Ilario, innanzitutto grazie per i consigli che hai fornito, io vengo da un’esperienza con stampanti epson (1400 e 1500) e ti devo dire che ho riscontrato tutti i problemi che hai citato nel tuo blog, ora vorrei prendere una stampante ricoh AFICIO SG 7100DN, vorrei sapere quali inchiostri sawgrass acquistare per questa stampante , se i sublijet R o i sublijet HD, poi volevo avere qualche info in più riguardo a questi inchiostri più economici dei sawgrass e se mi puoi dare qualche consiglio su dove acquistare il tutto a prezzi vantaggiosi. Grazie in anticipo. Saluti Antonio

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Antonio,
      grazie per aver riportato la tua esperienza a conferma di quanto ho scritto, così se qualcuno dopo aver letto l’articolo resta ancora dubbioso, leggendo i commenti si persuade che quanto scrivo sono cose reali e non le solite informazioni mirate a vendere il prodotto fermo in magazzino.

      Per quanto riguarda la stampante Ricoh ovviamente la scelta non può che trovarmi d’accordo, per quanto riguarda gli inchiostri Sawgrass è vero che garantiscono un buon risultato ma è anche vero che sono molto costosi e utilizzandoli hai un costo copia a mio avviso proibitivo. Il buon risultato cromatico è ottenuto semplicemente perchè Sawgrass ha realizzato alcuni profili colore che abbina ai vari supporti, pertanto basta replicare la cosa utilizzando inchiostri molto più economici per ottenere gli stessi risultati. Non dimentichiamo infatti che la corrispondenza dei colori è data sempre dall’utilizzo di un buon profilo colore. Ovviamente per realizzare un profilo Colore ICC mi rendo conto che ci vogliono delle competenze e delle attrezzature che non tutti hanno, ed è per questo che mi sono messo alla ricerca di una soluzione altrettanto valida ma molto meno costosa e a mio avviso anche più performante, che è quella che stanno utilizzando anche tanti altri stampatori che si sono affidati ai miei consigli e che stanno lavorando con successo. Se lo desideri ti posso dare ulteriori informazioni su come poter avere la soluzione completa anche di stampante, per poter realizzare delle stampe professionali con il minimo costo possibile, scrivimi su info@professionestampa.it e sarò ben lieto di aiutarti.

      Rispondi
  16. Avataralessandro

    salve, ho appena comprato una ricoh 3110dn dopo aver letto i tuoi consigli…volevo capire se nella confezione originale ci sono le cartucce con gel sublimatico o devo sostituire le originali della confezione

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Alessandro,
      le cartucce che sono dentro la stampante non sono caricate con inchiostro Sublimatico, ti consiglio vivamente di non caricarle perchè altrimenti dovrai procedere a svuotare il circuito della stampante per poi poterla utilizzare con gli inchiostri sublimatici.

      Rispondi
  17. AvatarPaola

    buonasera e… grazie! In un attimo lei mi ha spiegato trucchi di un mondo che non conoscevo assolutamente. Mi è venuto un dubbio (da vera ignorante in materia) che succede se si usa carta sublimatica ed inchiostro normale per stampa? c’è qualche possibilità che il colore possa essere trasferito su una maglietta con il ferro da stiro?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie per il gradito commento, mi fa sempre piacere leggere che sono stato comprensibile anche a chi non è Tecnico.

      Per rispondere alla domanda: se usiamo inchiostri non sublimatici anche se la carta è quella adatta per il trasferimento sublimatico è impossibile far migrare l’inchiostro dalla carta al tessuto. Questo perchè l’inchiostro sublimatico è l’unico in grado di reagire alle alte temperature, passando allo stato gassoso e impregnando le superfici in poliestere con cui entra in contatto quando è in quello stato.

      Per trasferire le stampe con il ferro da stiro si possono utilizzare i classici fogli per il trasferimento termico, esistono quelli per le semplici stampanti a Getto di inchiostro comunemente usate anche in casa, in questo caso i fogli sono grossi e non hanno una grande durata ai lavaggi, ci sono poi dei fogli che possono essere utilizzati con le stampanti Laser a colori o fotocopiatori, in questo caso è più complicato riuscire a trasferirli con il ferro da stiro perchè i fogli sono molto più sottili e dunque trasparenti e invisibili e garantiscono una maggiore durata ai lavaggi. In ogni caso con i fogli transfer si trasferisce non solo la stampa ma anche tutto il supporto a differenza della sublimazione dove il foglio è utilizzato solo per favorire la migrazione dell’inchiostro sul tessuto o materiale trattato con il poliestere e viene trasferito solo ed esclusivamente l’inchiostro.

      Rispondi
  18. AvatarPaola

    grazie per la risposta; conosco bene i fogli transfer, ero invece incuriosita da questo procedimento nel quale mi sono imbattuta per caso nel web! buon lavoro!

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Perfetto, ho voluto approfittare dando una risposta completa.
      Alla prossima

      Rispondi
  19. AvatarDanilo De Riso

    Ciao, dopo tanto peregrinare alla fine anch’io sono giunto a fare più o meno lo stesso tuo ragionamento che porta alla scelta Ricoh, e questo mi fa molto piacere perché significa che qualcosina forse l’ho capita anch’io……
    A questo punto, fermo restando la scelta Ricoh gel A3 o A4 (sono un privato non sono ancora pronto per formati superiori) non mi resta che chiederti le info private sulle cartucce e sull’inchiostro sublimatico da scegliere, in post precedenti parli di una famosa marca che produce kit sublimatici, non ho capito se è la citata sawgrass o altra marca, spero me lo faccia sapere.
    Un’ultima domanda: tu asserisci, con convincente spiegazione tecnica, che l’inchiostro sublimatico non è l’ottimale per le foto, ma mi sbaglio o le stampanti digitali usate nei lab, nonché le stampantine portatili tipo canon selphy, sono tutte sublimatiche con il famoso procedimento selle 4 “pellicole” sovrapposte CMYK? Mi ricordo benissimo in villeggiatura il fotografo del villaggio che con la sua stampantina kodak A4 poneva la carta e aspettava i fatidici 4 passaggi per consegnarmi veramente delle belle e luminose foto…… Io stavo per l’appunto pregustando un utilizzo dell’inchiostro sublimatico anche per stampare finalmente foto che non sbiadiscano nel tempo, ma a questo punto non capisco se ho preso una vera e propria cantonata o…. mi son perso qualcosa.
    In attesa di tue notizie, spero molto presto, ti ringrazio per tutto il supporto che dai e per le tue risposte, che “passerò” sicuramente a chi come me sta per affrontare questa nuova tecnica.
    P.S.: Visto che sei ex tecnico Epson ti chiedo un tuo riferimento di posta per un potenziale problema di “assistenza” che dovrò un giorno o l’altro sicuramente risolvere per la mia nuova stampante fotografica Epson L800 Ecotank, che come penso saprai non è molto conosciuta in Italia…. e questo mi fa un po’ paura. Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Danilo,
      le stampanti fotografiche a cui fai riferimento sono a trasferimento termico so che le definiscono e le pubblicizzano come sublimatiche, non conosco in modo approfondito queste tipologie di stampanti ma quelle che mi è capitato di vedere usavano dei nastri termici, pertanto nulla a che vedere con la sublimazione intesa come tale, penso che in certi casi il termine sia usato in modo improprio, come ho già scritto la sublimazione implica la trasformazione dell’inchiostro in forma gassosa e non è quello che avviene con le stampanti termiche.

      Se vuoi stampare le foto in modo amatoriale va bene anche la L800 che da quello che ho capito già possiedi, ma ti sconsiglio di utilizzarla con inchiostri sublimatici, considera che con i nuovi inchiostri Epson hai già una garanzia di resistenza all’acqua, ovviamente non ai raggi UV, che restano ancora prerogativa degli inchiostri a base Solvente e Latex di HP. La stampante L800 la conosco abbastanza bene essendo la mia azienda una delle prime in Italia a essere autorizzata alla vendita ti posto un link dei rivenditori autorizzati: http://content.epson.it/EPSONWebNews/Epsonbusiness/ecotank/img/ecotank_6colori_elenco.pdf?WT.ac=1371, magari può essere utile anche a qualcun’altro che legge visto che Epson le ha ben nascoste anche nel sito pubblico perché gli inchiostri costano davvero poco e per Epson non è vantaggioso promuoverne la vendita per ovvi motivi.
      Per quanto riguarda l’Assistenza io sono ancora un Tecnico Epson ma mi occupo di stampanti di grande formato, per qualsiasi problema su queste piccole stampanti ti puoi rivolgere senza problemi al Centro Assistenza Epson della tua zona, che sono distribuiti in modo capillare in tutta Italia.

      Se vuoi realizzare delle foto in sublimazione dovrai optare per i fotopannelli in alluminio e soltanto con quelli potrai realizzare foto resistenti al fuoco, varecchina, sole, acqua, graffi, etc.

      Soddisferò anche la tua richiesta inviandoti in privato dei riferimenti inerenti delle soluzioni per stampare a basso costo in sublimazione con la Ricoh.

      Rispondi
      1. AvatarDanilo De Riso

        Il documento che mi hai segnalato è una mia “vecchia conoscenza”, ma i centri Epson della mia zona sono molto lontani dal mio luogo di residenza, difficilmente raggiungibili anche perché in zone altamente trafficate, qualcuno ha un indirizzo al quale se vai a vedere su Google Earth corrisponde l’entrata di uno “strano” palazzo privato e quello che sta più vicino dalle mie parti non ho ancora capito se è ancora vivo o morto, avendo il numero di telefono che non risponde mai e una pagina facebook non aggiornata dal 2013. Per la qual cosa mi sono fatto inviare un kit di cartucce originali di ricambio attraverso Amazon, quelle originali mi dovrebbero ancora durare molto e quindi non posso comprare altri ricambi troppo presto, la mia paura è che passa il tempo e le cartucce non le trovo proprio più, visto che non le ho mai trovate in giro. Considerando la alta disponibilità degli altri inchiostri Epson per me questa situazione è a dir poco scandalosa anche perché considerando quanto costano le stampanti Ecotank, i soldi che normalmente la Epson si prende dopo con le cartucce, in realtà se li è presi prima. Per il resto ti ringrazio e ti contatterò quando deciderò di iniziare a “sublimare” 🙂

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Danilo,
          quella di Google Earth non è un test affidabile perchè di solito le Sedi Legali in Italia sono di solito Abitazioni, per il resto posso anche concordare, a parte i tuoi timori in quanto se hai bisogno di qualsiasi cosa inerente le stampanti Ecotank posso darti supporto, io rispondo al telefono e visito ogni giorno FB :-)) e a proposito ti invito a iscriverti al gruppo di professionestampa: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/

          Rispondi
  20. AvatarMassimo Righero

    Ciao, io posseggo una epson wf 7110 che ha funzionato abbastanza bene per un anno circa, l’ho appena ritirata dal centro assistenza ma non funziona.
    Se io la compro normale non per sublimazione posso adattarla io stesso? (differenza di prezzo enorme)
    Esistono cartucce con i filtri incorporati per questo modello?
    Ti ringrazio anticipatamente per una tua gradita risposta

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Massimo,
      nell’articolo parlo ampiamente dei problemi che crea l’inchiostro sublimatico sulle stampanti Epson che non sono concepite per questo utilizzo, la WF7110 è una di queste. Ribadisco che le stampanti Epson per la sublimazione sono solo quelle della serie F e la più piccola è la Surecolor SC-F6200 che utilizza inchiostri Sublimatici ORIGINALI Epson, pertanto ti consiglio di evitare di inserire inchiostri sublimatici su stampanti Epson diverse perchè avresti i problemi descritti nel mio articolo e che qualcuno ha anche confermato nei commenti.
      Spero di aver risposto alle tue domande.

      Rispondi
  21. AvatarCristian F

    buonasera
    ho letto e visitato con molto interesse il suo sito e le utilissime guide, ho intenzione di avviare un’attività di stampa t-shirt ed essendo neofita del settore mi piacerebbe avere delle dritte su quali attrezzature sono indispensabili e su quali macchinari mi potete indirizzare

    grazie
    Cristian

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Cristian,
      grazie per il tuo commento.
      Per la tua futura attività ti consiglio di leggere anche e sopratutto questi articoli se già non lo hai fatto:
      http://professionestampa.it/le-3-terribili-verita-sulle-stampanti-per-le-magliette/
      http://professionestampa.it/termopressa-manuale/
      http://professionestampa.it/il-liquido-di-pretrattamento/
      Ti invito poi a contattarmi ai riferimenti che trovi nella pagina contatti e sarò bel lieto di suggerirti le macchine giuste per avviare la tua attività con successo.

      Rispondi
  22. AvatarLuana

    Buongiorno e grazie infinite per tutte le informazioni!!! A volte giostrarsi tra tutte le possibilità che offre internet è difficile.
    Le spiego in breve il mio dilemma, avevo deciso di ampliare il mio negozio offrendo la possibilità di personalizzare cover e gadget vari grazie appunto alla tecnologia sublimatica dopo averla vista in azione durante una fiera.
    Ho trovato on line una buona offerta per quanto riguarda il forno sottovuoto e cercavo di distreggiarmi tra le varie offerte per quanto riguarda invece la stampante, inizialmente ero tentata dalla epson, che decisamente più contenuta nei costi ma dopo aver letto il tuo articolo ho capito che la Ricoh è la soluzione migliore e quì nasce la mia domanda: Perchè cercano in tutti i modi di venderti il sistema integrato virtuoso? Questo software è davvero necessario? Non va bene un qualsiasi software di grafica? Io possiedo già Adobe InDesign Cs3 e Photoshop 7 non sono compatibili? Inoltre quà e là mi pare di aver letto che il software di virtuoso è consigliato per la stampa su t-shirt, essendo io interessata più che altro ai gadget è davvero necessario? Mi è stato poi consigliato di prenderlo a prescindere perchè possiede i parametri di colore per la migliore resa, è davvero così? Ti chiedo poi in ultimo se mi potresti consigliare dove acquistare i prodotti.
    Grazie mille e perdona l’invasione di domande

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Luana,

      grazie per il tuo commento.

      Hai fatto diverse domande, ma in alcune ti sei già data la risposta. Se tu già lavori con la Creative Suite di Adobe, che sono già il massimo in termini di Software grafici, non hai certo nessun bisogno di tornare indietro e utilizzzare Software per principianti.

      Ti trovi davanti alla solita trappola commerciale e cercano di confonderti con false informazioni per farti abboccare.

      Quello che serve a te è semplicemente una buona stampante e la possibilità di utilizzare i profili adeguati, pertanto hai letto bene di valutare la stampante Ricoh, tra l’altro più affidabile e capace di assicurarti una miglior qualità rispetto al sistema che ti è stato proposto e il fatto che ti sia stato consigliato per la stampa su t-shirt… non ha bisogno di commenti, ormai sono abituato a leggere e sentire di tutto, ma questa…

      Non mi voglio dilungare oltre, ma vorrei davvero aiutarti e spero che anche per il forno non ti abbiano fatto lo stesso altrimenti scoprirai ben presto che ti servirà a ben poco. Se ti fa piacere inviami un tuo contatto telefonico a info@professionestampa.it e ti spiegherò telefonicamente alcune cose che certamente non hai valutato.
      A presto.
      Ilario

      P.S.: Non volevo farlo, ma penso sia giusto postare una email che ho ricevuto qualche settimana fa di una cliente che è alle prese con il sistema a te proposto, mantengo il suo anonimato in quanto mi ha contattato privatamente, leggi di seguito:
      “Nell’immagine di esempio che ti allego ( foglio con immagine stampata e accanto il risultato sulla cover) puoi vedere che giá sulla carta, la stampa presenta tanti piccoli punti neri che quando poi vado a pressare si evidenziano….risultato orribile!
      Nel file originale i punti neri non ci sono.
      Non succede solo con questo disegno ma con tutti i file con disegni diversi che ho testato.

      Ho scaricato il driver della stampante ed il power driver direttamente da Sawgrass. Ho controllato e fatto controllare le impostazioni ed è tutto giusto.

      Ho chiesto assistenza al fornitore in italia ma non sa come rimediare. Si è reso conto che anche le sue stampe presentano lo stesso problema.

      Ho interpellato la Sawgrass – UK – che ha provveduto a sostituirmi la stampante ma anche con quella nuova il risultato è lo stesso.

      Navigando in internet ho scoperto lamentele dello stesso tipo…

      Quindi ho speso per stampante, inchiostri, termopressa, carta apposita, covers ma sono completamente bloccata!

      Che cosa posso fare?”

      Rispondi
  23. AvatarGaetano

    Salve è complimenti per l’articolo molto utile le voglio chiedere se può consigliarmi dove acquistare una stampante ricoh AFICIO 7100 la ringrazio Anticipatamente

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Salve Gaetano, grazie per i complimenti sempre graditi. Per non dilungarmi troppo nel commento invio una e-mail privatamente con tutti i dettagli.

      Rispondi
  24. AvatarDario

    Ho le tto con piacere spiegazione sulle stampanti , io posseggo una Epson 7110 e ho sostituito già in garanzia 2 volte la testine ti faccio notare che ho usato inchiostri compatibili non subblimatici però il problema si è ripresentato , mi puoi consigliare gentilmente quelle inchiostro si deve usare , e se è possibile effettuare una modifica per multi copie in quanto gli inchiostri originali hanno un costo molto eccessivo, in caso contrario mi trovo costretto a doverla buttare . Ti saluto con simpatia , attendo una tua risposta

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Dario,
      l’articolo è inerente la Sublimazione e io la consiglio per quello.
      Se tu cerchi una stampante per stampare su carta a basso costo, la soluzione non è certo questa.

      Rispondi
  25. Avatarmarco

    In formato A1 che prodotti mi consigliereste? Alla Epson han detto che non hanno nulla di quel formato

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      La risposta fornita è corretta. Il formato A1 è gestito dalla stampante di 44 pollici la Epson F6200, attualmente fornita con il Rip Software a corredo che consente di ottenere una qualità di stampa altissima.

      Rispondi
  26. Avatardario

    ciao ho un problema con la stampante epson wf 7110 e purtroppo usando inchiostri non originale ho dovuto sostituire la testina , il tipo di inchiostro che uso sono della serie E-2711 e mi crea sempre lo stesso problema
    ti tingrazio anticipatamente attendo tue DARIO

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Dario,
      scusa mi spieghi perché ti ostini a insistere con l’inchiostro non Originale se hai visto che non va bene? Sulle stampanti Epson scordati di poter utilizzare inchiostri “compatibili” senza avere rogne, e non ho messo casualmente la parola compatibili tra virgolette perchè in realtà molti inchiostri di compatibilità non ne hanno affatto e portano ai risultati che tu hai sperimentato.

      Rispondi
  27. Avatarpaolo

    ciao ottimo articolo grazie

    io vorrei fare stampe sublimatiche su canottiere e pantaloncini da beach volley. Che stampante mi consigli e sai dirmi dove potrei trovare pantaloncini e canottiere da beach volley neutre da stampare?

    grazie mille e ancora complimenti

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Paolo,
      ti ringrazio per il commento. La stampante che consiglio è quella che trovi indicata nell’articolo appena letto, in base alle dimensioni delle stampe che intendi realizzare sceglierai il formato più adatto tra A4 o A3.
      Per quanto riguarda l’abbigliamento sportivo, sarà opportuno contattare un marchio che distribuisce articoli sportivi tra i numerosi presenti nel mercato e scegliere i modelli con le versioni in bianco, puoi effettuare le stampe in sublimazione su tutti i tessuti in poliestere, meglio se al 100%.
      Per ulteriori informazioni sui fornitori per l’abbigliamento sportivo, puoi avere anche uno scambio con qualche tuo collega, ho creato il Gruppo di Professionestampa su Facebook proprio per questo: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/

      Rispondi
  28. Avatarluigi di santo

    Salve sono il sig. Di Santo..ho un po di problemi con la sublimazione ci tengo a precisare che ho una subli vacuum 3d multifunzione st3042 stampante Ricoh sg3110dn aficio fogli texprint A4 e colori sublijet però sulla stampa compaiono delle piccole linee che non permettono una buona risoluzione della stampa e quando vado a fare il passaggio da carta su tazza o altro il risultato è veramente scarso ad esempio le immagini appaiono sbiadite e giallognole nonostante faccia molta attenzione e accortezza a tutto..vorrei sapere dove sbaglio o uso qualcosa di sbagliato?..accetto volentieri consigli o altro e ringrazio in anticipo..Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Luigi,
      si presuppone che qui siamo tutti Signori pertanto non volermene se mi rivolgo in modo informale e diretto.

      Quello che riferisci è un problema dovuto all’intasamento degli ugelli colore. Procedi a stampare un test degli ugelli, compariranno una serie di linee per i rispettivi colori Cyan, Magenta, Nero e Giallo, se vedi mancanze o colori completamente assenti procedi con una pulizia degli ugelli finchè non ottieni un test con linee senza interruzioni. Se entri nel driver della stampante troverai le utilità per procedere a queste operazioni.

      Dopodichè ripeti la stampa e vedrai che il problema sarà risolto. Dopo esserti accertato che tutto sia apposto, ritorni sul mio Blog e mi lasci un Grazie in questi commenti per aver risolto il tuo problema GRATIS ;-))

      Aspetto…

      Rispondi
      1. Avatarluigi di santo

        Ciao Ilario e grazie cmq per la tua disponibilità….ho fatto molte volte la pulizia testine e ugelli e il test esce perfetto..però ogni tanto le linee continuano a comparire cosa pensi che possono essere i colori forse?e perché le stampe sulle tazze mi escono non limpide e pulite?..consigliami tu qualcosa..grazie

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Luigi,
          se mi invii il tuo numero di telefono per e-mail domani sera appena ho un momento ti chiamo e cerco di capire andando per esclusione dove è il problema, vedrai che con i miei consigli stamperai tazze splendide.

          Rispondi
          1. Avatarluigi di santo

            Ok Ilario..mi potresti mandare il tuo indirizzo email?

  29. AvatarElena

    Salve
    Sa darmi notizie sulla Mapi Digital che produce stampanti per t shirt ( d t g ) monta testina Epson seiko 1440 ugelli e con ricircolo del bianco ??
    Grazie

    Rispondi
  30. Avatarluigi di santo

    Ok..ti ho già scritto e ti ho lasciato il mio numero se vuoi domani mattina potresti chiamarmi?

    Rispondi
  31. AvatarAxel

    Ciao, ho cercato di leggere tutti i commenti, e il dubbio mi rimane. Per la stampa di foto su magliette, che esse siano A4 o A3 la sg3110dn o 7110dn non vanno bene? Se no, quale stampante consiglieresti per garantire durata ai lavaggi?
    Serve una pressa a caldo per trasferire?
    Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Gli inchiostri sublimatici vengono trasferiti soltanto sul Poliestere, pertanto le magliette a cui fai riferimento devono essere necessariamente in Poliestere.

      La procedura è, che stampi su carta sublimatica con una stampante dotata di inchiostri sublimatici e poi trasferisci gli inchiostri utilizzando una termopressa settata a 200 gradi per 45 secondi.

      Se la t-shirt invece è in cotone tutto questo non è possibile e in quel caso cambi tecnica e opti per la stampa diretta sul tessuto con una stampante dedicata.

      E’ complicato spiegare un mestiere nelle poche righe di un commento ma spero di essere stato esaustivo.

      Rispondi
  32. Avatarmassimo

    Buongiorno vorrei entrare nel mondo del sublimatico premetto che io gia’ da dieci anni stampo con materiale termosaldabile e ricamo .
    Le mie stampe e i ricami per il 90% sono tutte su cotone 100% quindi il mio dubbio e’ : premetto che la mole di lavoro sta’ aumentando quindi mi diventa impossibile pulire scritte con il termosaldabile alle volte molto piccole tipo 500pz 1000pz da impazzire , volevo risolvere il problema con la sublimazione la mia paura e’ il praimer le varie procedure per arrivare alla stampa finita , i costi, e ultimo non meno importante la resa una volta stampata e’ resistente a lavaggi frequenti ? Vorrei acquistare una macchina STAMPANTE RICOH GEL JET SG 7100 DN spero di vederla esposta in fiera a milano . Ringrazio in anticipo per la sua risposta saluti.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Massimo,
      se le tue stampe riguardano il Cotone allora la sublimazione non fa per te, perché come ho scritto più volte nei miei articoli, l’inchiostro sublimatico si può trasferire esclusivamente sul POLIESTERE.
      Dovresti invece valutare la stampa diretta su tessuto, Serigrafica o Digitale, ti sarà certamente utile leggere il mio articolo: http://professionestampa.it/stampa-digitale-diretta-o-serigrafia/ se poi avrai ancora dubbi o domande mi trovi qui pronto a rispondere.

      Rispondi
  33. AvatarRoberta

    Molto utile, ho proprio in questo momento problemi con una stampante Epson appena comprata e già intasata di colori per la sublimazione. Vorrei avere informazioni sulla ricoh. Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Roberta e grazie per il commento.
      Sono disponibile a darti le informazioni di cui hai bisogno.
      Puoi scrivermi o telefonarmi ai contatti che trovi sulla pagina Contatti di questo Blog.

      Rispondi
  34. AvatarAlessio

    Grazie, trovo questo articolo molto interessante e chiaro, mi ha dato molti input per risolvere alcuni problemi di stampa

    Rispondi
  35. AvatarTino

    Salve, e complimenti per la chiarezza.
    Una domanda da curioso: cosa succede se si mette sotto la termopressa a3 un tessuto e due fogli a4 accostati?

    Grazie.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie Tino, mi fa piacere leggere che hai ben compreso quello che ho voluto trasmettere.
      Se ho inteso bene mi stai chiedendo se è possibile accostare due fogli per formare una stampa unica, magari dividendo su due fogli una foto? In questo caso vedresti una linea.
      Se invece riesci a lasciare uno spazio bianco nella grafica, in corrispondenza della zona dove affianchi, la cosa è fattibile.

      Rispondi
      1. AvatarTino

        Bene.

        Una riga nera o comunque molto colorata, immagino.
        Comunque era ciò che intendevo e mi aspettavo una qualche imperfezione.
        Ma se sovrappongo un lembo (bianco) di uno dei fogli sull’altro, riducendo una dimensione dell’immagine (ad esempio 40cm anziché 42) però facendo combaciare esattamente le due parti che compongono l’immagine, o distanziandole di pochissimo, un millimetro o meno, cosa succede?

        Nella risposta hai anche aggiunto la possibilità di lasciare uno spazio bianco nella grafica. Una cosa che spiega ancor meglio il meccanismo. Per completezza, però, mi piacerebbe anche sapere cosa succede se divido l’immagine in due parti più piccole dell’a4 e faccio la stessa operazione, però con due fogli non accostati, ma ben distanziati.

        Grazie.

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Tino, tieni sempre presente una cosa: che l’inchiostro sublimatico è trasparente. Pertanto sa hai un colore scuro, questo andrà a coprire quello chiaro divenendo ancora più scuro fino a diventare nero. Se devi dividere in porzioni una foto e non hai una stampante di grande formato, stai tranquillo che i segni divisori saranno in ogni caso ben visibili.
          Diverso è se vuoi creare un insieme di foto o grafiche sparse su uno sfondo bianco, in questo caso potrai aggiungere i fogli che vuoi fino a coprire tutto lo spazio disponibile.
          E’ comunque vero che in base alle grafiche può essere anche interessante sperimentare con le sovrapposizioni per ottenere degli effetti artistici talvolta interessanti e non simulabili con i programmi di foto ritocco.

          Spero di essere stato esaustivo.

          Rispondi
  36. Avatarremo

    Grazie per questo post molto utile
    io vorrei acquistare una ricoh A3 con testine geljet
    quale mi consigli???
    ma queste stampanti sono già pronte per la stampa sublimatica??
    o poi dovrei comprare il kit di modifica???

    grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Remo, grazie a te per il commento.
      Le stampanti Ricoh in realtà non nascono per gli inchiostri Sublimatici, ma come ho spiegato essendo testine adatte per gli inchiostri in Gel anche con gli inchiostri Sublimatici funzionano bene. Per ottenere delle stampe professionali ti serve una soluzione in grado di poter gestire le curve colore altrimenti le stampe prodotte saranno invendibili.

      Se vuoi posso darti indicazione delle diverse soluzioni, così sarai certo di entrare in possesso di tutto quello che serve per iniziare a produrre da subito senza problemi anche se non sei un esperto.

      La seconda scelta è quella di acquistare la Stampante da qualche MegaStore che trovi on line e poi iniziare a sbatterti per capire come mai non riesci a stampare.

      Se opti per la prima soluzione, puoi scrivermi a info@professionestampa.it.

      Rispondi
  37. AvatarDavide

    Ottimi consigli e ottimo articolo…peccato averlo letto solo ora.
    In ogni caso ti contatterò in privato per ottenere ulteriori informazioni

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie Davide,
      sii positivo, meglio tardi che mai.
      Da questo momento in poi con le idee più chiare potrai evitare di buttar via soldi in soluzioni non adatte.
      Attendo le tue richieste di info in privato.

      Rispondi
  38. AvatarSeverino Noacco

    Sig Ilario buon giorno.
    io ho la possibilita di avere una multifunzione
    professionale della RICOH
    in gel .
    ora non so il modello ma spero vada bene ugualmente
    unico problema un po ingombrante.
    Saluti Severino

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Severino e grazie per il commento. Non conoscendo il modello non è possibile verificare la compatibilità con le cartucce per la sublimazione.

      Rispondi
  39. AvatarSeverino Noacco

    Grazie comunque appena avrò notizie sl modello
    mi rifarò sentire .
    per ora grazie delle info e della professionalita.
    saluti Severino

    Rispondi
  40. AvatarSeverino Noacco

    eccomi ..scusi il disturbo.
    il mod RICOH Aficio GXe 2600
    di cui parlavo prima è compatibile ??
    saluti Severino

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Questo modello di stampante dovrebbe essere fuori produzione, si tratta di una vecchia stampante?

      Purtroppo per questo modello non ho dati sulla compatibilità, ma essendo fuori produzione non sarà facile utilizzarla per produrre stampe per la sublimazione, sempre che siano state previste delle soluzioni per questo modello.

      Sarebbe opportuno capire in che modo la vorresti utilizzare per poterti consigliare al meglio, considera che una Stampante in A4 costa ha un prezzo imponibile inferiore a 200 euro, pertanto a mio avviso non vale la pena di rompersi il cervello in cerca di soluzioni su delle stampanti che per la Sublimazione forse non ha mai utilizzato nessuno.
      Se ti fa piacere ti posso supportare suggerendoti la soluzione più adatta alle tue esigenze, ma ovviamente ho bisogno di avere diverse informazioni che andrò a chiederti, se ti fa piacere puoi contattarmi su info@professionestampa.it.

      Rispondi
  41. AvatarLuca

    Ciao Ilario, volevo solo ringraziarti per questo ed altri post, che mi hanno aperto gli occhi su molte cose…
    Ho disdetto appena in tempo l’acquisto di una Epson 1500, che già mi convinceva poco, le tue parole hanno confermato i miei dubbi!
    Ora vado a leggere tutti gli altri tuoi articoli 😉
    Un saluto

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Luca,
      grazie a te per il gradito commento. Sono felice che ti sia stato utile. Per sublimare con successo bisogna scegliere il sistema vincente, pertanto non solo la stampante giusta, ma anche tutto il contorno (inchiostri, software, profili colore, pressa, etc.). Se dopo aver letto i miei articoli hai bisogno di qualche ulteriore chiarimento non esitare a contattarmi anche in privato.

      Rispondi
  42. AvatarDanilo

    Buonasera…ho letto alcuni suoi articoli e sono interessantissimi. Vorrei pero avere se è possibile qualche informazione in più per cominciare a stampare delle t-shirt. Dove posso trovare delle stampanti a sublimazione della ricoh a Roma? Per avviare una mini attività quasi da hobby.. vale la pena investire su stamp.sublim.ricoh, termopressa e via dicendo?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Danilo,
      grazie per il commento. Mi fa piacere che hai trovato gli articoli interessanti.
      Le stampanti non penso abbia problemi a trovarle anche a Roma ma quello che ti consente di ottenere delle stampe professionali non è tanto reperire la stampante quando dotarti di tutto il sistema necessario. Pertanto: il Software con i giusti profili, gli inchiostri adatti, la carta che consente la miglior qualità etc.

      Sul fatto che convenga investire in un hobby è soggettivo. Alcuni spendono migliaia di euro in attrezzature che utilizzano per hobby e altri pur utilizzandole per lavorare non effettuano gli stessi investimenti e procedono con attrezzature più scadenti di molti hobbisti, con relativa minor qualità sui lavori proposti.

      Se vuoi maggiori informazioni sulla portata dell’investimento necessario per quello che vuoi realizzare contattami privatamente e saprò darti tutte le indicazioni di cui hai bisogno.

      Rispondi
  43. AvatarValeria

    Buonasera, la ringrazio per i suoi utilissimi articoli. Vorrei iniziare con la sublimazione, ma la mia confusione ancora è tanta. Dopo aver letto quest’articolo, per quanto riguarda la stampante, la mia scelta è andata sulla macchina GELJET Ricoh SG 7100DN, ma il mio dubbio è questo: se volessi stampare su fogli normali (ad es. per creare bigliettini da visita) posso farlo semplicemente sostituendo i colori per sublimazione con cartucce normali o una volta convertita in sublimazione sono costretta ad utilizzarla solo per quello scopo?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Salve Valeria,
      grazie per il gradito commento. Cerco di fugare subito il dubbio.
      Bisogna considerare che anche sostituendo la cartuccia colore, l’inchiostro contenuto nel circuito è comunque tanto e consente di stampare diverse decine se non qualche centinaio di fogli prima di essere smaltito completamente, anche perché inizialmente l’inchiostro della cartuccia appena inserita andrà a miscelarsi a quello all’interno della stampante, pertanto per evitare tutto questo è necessario e opportuno avere una stampante dedicata soltanto per la stampa per sublimazione, premesso che questa non è comunque la stampante giusta per creare bigliettini da visita. Come ho già scritto, la stampante non nasce per la stampa sublimatica anche se con gli inchiostri sublimatici per i motivi descritti nell’articolo si comporta molto bene, pertanto deve abbinare un sistema che le consente di poter eseguire delle stampe professionali, dunque dovrà abbinare il giusto software che possa gestire i profili degli inchiostri che decide di utilizzare, sperando che siano davvero pienamente compatibili la giusta carta e poi dovrà trasferire la stampa utilizzando una termopressa che abbia i requisiti fondamentali richiesti per la sublimazione di cui ho scritto ampiamente negli articoli dedicati alle termopresse.

      Spero di essere stato abbastanza esaustivo e se ritiente di aver bisogno del mio aiuto puoi scrivere a info@professionestampa.it lasciando un suo recapito telefonico e la ricontatterò non appena possibile.

      Rispondi
  44. AvatarCosimo

    Salve Ilario sarei orientato ad acquistare una stampante ricoh sg 3110 dn o 7100 per stampare in sublimazione su magliette, cover, tazze etc.
    Potresti gentilmente dirmi dove posso trovare gli inchiostri gel adatti per queste stampanti e se è possibile anche il prezzo, grazie.
    Poi vorrei chiederti anche un consiglio sui programmi pc da usare per l’elaborazione dei testi e delle figure da stampare, grazie.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Cosimo,
      ti ringrazio per il tuo commento. Leggo tra le righe un po di confusione, o sbaglio? Almeno sul formato della stampante dovresti avere idea certa.

      Per quanto riguarda gli inchiostri, premetto che gli inchiostri sublimatici non esistono in Gel ma sono sempre e comunque liquidi, ma che la stampante Ricoh nei modelli che tu hai citato essendo nativa per stampare con in chiostri in Gel si comporta molto bene anche con gli inchiostri sublimatici e ci sono diverse soluzioni che potresti utilizzare su queste stampanti, tutto dipende da volumi e quantità che presumi di poter sviluppare e considerato che mi chiedi anche consiglio sui software io direi che sarebbe opportuno per evitare di scrivere un altro articolo in questo spazio dei commenti che mi inviassi un tuo contatto telefonico su info@professionestampa.it in modo che possa contattarti quando ho uno spazio di tempo e poter rispondere a tutte le tue domande, indicandoti quali sono i prodotti per te più adatti in base alle tue esigenze.

      Rispondi
  45. Avatarandrea

    ciao vorrei un consiglio per sostituzione stampante sublimatica ho fatto l’errore di cimentarmi un una epson 7110 con kit ciss e dopo meno di un anno e partita errore 9a scheda andata.
    ora volevo sempre prendere un a3 che per le t-shirt tazze puzzle e altro che fatto e piu che sufficiente avrei intenzione di prendere una ricoh ma ho un po’ di dubbi poi su gli inchiostri in cartuccia che ho notato hanno un prezzo abbastanza alto puoi consigliarmi su modello e inchiostri da usare se vanno bene anche inchiostri che si trovano su ebay a meno grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Andrea,
      se vuoi ottenere delle stampe professionali devi abbinare alla stampante un sistema che ti consenta di ottenere un buon risultato cromatico, per farlo servirà disporre degli inchiostri adatti e realmente compatibili alla stampante, un buon software che si possa interfacciare alla stampante e gestire i profili relativi agli inchiostri, oltre a una carta di buona qualità e relativa termopressa.
      Se acquisti inchiostri a caso rischi che questi non vadano bene per la stampante e oltre a danneggiarla non potrai gestire i profili senza il software.
      Se vuoi posso darti indicazione in privato di qualche soluzione che potrebbe fare al tuo caso, se sei interessato contattami a info@professionestampa.it.

      Rispondi
  46. AvatarCristian

    Buonasera Ilario.
    Grazie per i numerosi consigli.
    Sono un fotografo professionista e sto pensando di acquistare una stampante per stampare e vendere le foto che scatto durante un evento direttamente sul posto.
    Visto che sono all’inizio, ti chiedo se la Ricoh da te indicata (formato a4) fa il mio caso, e in che modalità (es. Geljet) oppure è meglio che mi rivolga ad altri prodotti?
    Grazie
    Cristian

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Cristian,
      grazie a te per il commento.
      Prima di risponderti ho bisogno di farti una domanda: le foto che scatti le dovrai stampare su carta fotografica?

      Rispondi
      1. AvatarRaimondo Licastro

        Buonasera Ilario.
        Grazie mille per i numerosi consigli!
        Sono un fotoamatore e sto pensando di acquistare una stampante (termica) per stampare e vendere le foto che scatto durante un evento direttamente sul posto.
        Visto che sono all’inizio, ti chiedo se la Ricoh da te indicata (formato a4) fa il mio caso oppure alla luce di nuove stampanti me ne puoi consigliare una che non mi costi una cifra nella gestione e manutenzione? Inoltre tu parli di modalità (es. Geljet) oppure è meglio che mi rivolga ad altri prodotti?
        Grazie
        Raimondo

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Buonasera Raimondo,
          grazie a te per il commento e per seguirmi, ti ho visto anche nel gruppo Facebook di Professione Stampa.
          La Ricoh non è la stampante che fa per te, per tanti motivi che ora non ti scrivo perché mi dilungherei davvero tanto. Intanto ti consiglio di leggere il mio articolo http://professionestampa.it/laser-inkjet-scopri-la-stampante-la-tecnologia-giusta/ e ti sarà tutto molto più chiaro, soltanto dopo averlo letto sarò certo che avrai acquisito il giusto bagaglio di conoscenza e se vuoi ci possiamo fare una chiacchierata e ti indico come gestire il tuo evento con il costo minore e maggior rendimento possibile. Ma una cosa per me è fondamentale, il Blog è professionestampa perché si rivolge ai Professionisti, pertanto in quanto tali si deve essere possessori di Partita IVA.

          Rispondi
          1. AvatarRaimondo Licastro

            Grazie per aver risposto, leggerò il suo articolo, la ringrazio davvero di cuore per i suoi preziosi consigli, a presto!!

          2. IlarioIlario Post author

            Ciao Raimondo,
            non avrei motivo di non dare risposta. I Commenti vengono pubblicati tutti e cerco di dare a ognuno una risposta il più velocemente possibile. Nel mio piccolo spero di poter contribuire a rendere meno difficoltoso il lavoro di tutti i giorni a quelli che mi seguono e leggono i miei consigli.
            A presto!

  47. Avatarnadia

    Buongiorno,
    mi dispiace aver fatto il mio acquisto prima di aver letto il suo articolo
    Ho acquistato una Epson wf 7110 per la sublimazione a3 ora non riesco a trovare i profili di stampa giusti per la ricoh avevo scaricato power drive e funziona meravigliosamente ma per la epson non riesco a trovare nulla, La ringrazio se potesse aiutarmi

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Nadia,
      mi dispiace per il suo acquisto sbagliato. La stampante che ha acquistato non va assolutamente bene con gli inchiostri Sublimatici. I profili andrebbero realizzati sugli inchiostri che sono caricati in macchina. Ma la realizzazzione di un profilo dedicato costerebbe più che sostituire la stampante, inoltre per la gestione dei profili serve comunque un software che li gestisca.

      Rispondi
  48. AvatarMarlene

    Buonasera sig. Ilario,
    Ho trovato veramente utile il suo blog, perché non ne capisco proprio niente. Però vogliamo prendere il kit per fare sublimazione principalmente su maglie. Organizziamo almeno 1 evento all’anno, che avremmo bisogno di più o meno 100 maglie, e poi anche iniziare a fare sublimazione con i cappellini, etc…
    Anche se non capiamo niente, stavamo pensando di prendere un kit formato A3 ( KIT COMPLETO SUBLIMAZIONE TERMOPRESSA 5 in 1 E STAMPANTE A3 – INCHIOSTRO E CARTA ), non so la marca e costa su i € 800. Secondo lei potrebbe andare? O cosa mi consiglierebbe ?
    Grazie mille, veramente gentile
    P.S. Preferivo andare di persona in negozio, anzi che comprare su internet, ma non ne trovo di negozi a Torino che vendano questi articoli.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Marlene la ringrazio per il gradito commento, sapere che i miei articoli possono essere utili a chi decide di affacciarsi a questo settore mi da grande soddisfazione.
      Ho letto il suo commento, ma il mio timore è che alcuni concetti vi siano sfuggiti. Per esempio sapete che le t-shirt per essere devono essere necessariamente Bianche e sopratutto in Poliestere? Pertanto a meno che l’evento di cui scrive non sia sportivo le t-shirt saranno opportune in cotone.

      Per quanto riguarda la sua scelta sulle attrezzature, se non avessi i cappelli rasati mi sarebbero rizzati. Nulla di più sbagliato delle macchine tutto in uno. Dovrebbero fare tutto, ma poi dopo che le compra scopre che invece non ne fanno una giusta.

      Le presse di cui scrive sono specchietti per chi purtroppo non è del settore e, poi scopre solo dopo acquistate tutte le limitazioni di queste attrezzature. La invito a leggere qualche articolo sulle Termopresse e scoprirà qualcosa di più. Poi se avrà bisogno del mio aiuto basterà scrivermi a info@professionestampa.it e dopo averle fatto alcune domande precise, le dirò cosa è meglio acquistare e sopratutto perché, eviterà così di rischiare di buttare via soldi in attrezzature inutili.

      Rispondi
  49. AvatarLuigi Cazzola

    Ciao,
    vorrei iniziare a stampare in sublimatico su supporto A2 con colori fluo.
    Tiratura di 300/400 fogli
    Che stampante mi consigli?

    Grazie

    Luigi

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Luigi,

      per i colori fluo il discorso è molto particolare e ci sarebbe da scrivere un articolo dedicato. Sul grande formato poi non parliamo di fogli ma di carta in bobina, che eventualmente viene tagliata a formato dalla stampante.

      Considera che qualsiasi stampante andiamo a valutare non è semplice passare dall’inchiostro Cyan Magenta Giallo e Nero, ai colori Fluo, l’ideale sarebbe avere una macchina dedicata, per evitare nel cambio di andare a buttare via tutto l’inchiostro contenuto all’interno del circuito della stampante, inoltre su alcune stampanti risulta davvero complicato riuscire a svuotare e pulire il circuito dall’inchiostro precedente per non avere contaminazioni.

      Mi dispiace ma per il momento per questa esigenza non mi sento di consigliare nessuna stampante.

      Rispondi
  50. AvatarGiorgio

    Buongiorno,
    ho trovato molto interessante il suo articolo. Posso chiederle un consiglio circa i fornitori delle stampanti Ricoh e dei materiali (inchiostri, carte, ecc.) grazie. Giorgio

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Giorgio,
      son felice che l’articolo sia stato interessante.
      Se vuole maggiori informazioni sulle stampanti Ricoh, la invito a scrivere una email a info@professionestampa.it, descrivendomi cosa vorrebbe produrre e più o meno in quali volumi e sarò lieto di darle le indicazioni di cui ha bisogno, indicandole quale sistema è più adatto alle sue esigenze.

      Rispondi
  51. AvatarAntonio

    Ciao Ilario, articolo veramente molto interessante, purtroppo però non riesco ancora a trovare una risposta su un mio dubbio. Vorrei sapere la differenza nei vari tipi di inchiostri che le aziende fornitrici offrono. Non ti nomino l’azienda allo specifico, ma per esempio ci sono inchiostri con il nome Evo, oppure Panton screen, o anche Sub-S4, o GT, ecc. Vorrei capire la differenza, anche perchè il prezzo varia di molto. Grazie Ilario!!

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Antonio,

      grazie a te per il commento e mi fa piacere che tu abbia trovato l’articolo d’interesse.

      Per quanto riguarda la tua domanda sugli inchiostri; in realtà mi piacerebbe capire meglio il senso della tua domanda perché penso che tu stia cercando di risolvere una problematica.

      Ti posso certamente dire che i produttori di inchiostri Sublimatici sono pochissimi e molti inchiostri che trovi sotto diversi nomi in realtà arrivano dalla stessa fonte. Ma con gli inchiostri Sublimatici bisogna stare molto attenti alla scadenza, che è molto breve e spesso non viene volutamente indicata nelle confezioni, per il motivo facilmente intuibile che è quello di poterli vendere anche se scaduti.

      Dopo un anno l’inchiostro sublimatico non andrebbe utilizzato perché oltre ad aver prodotto veramente tanta sedimentazione il pigmento decade e di conseguenza il risultato cromatico sarà pessimo.

      Quello che molte aziende distributrici offrono e che fa la differenza, è il profilo colore realizzato per le diverse stampanti che cambia notevolmente il risultato delle tue stampe finali.

      Considera che se gli inchiostri li deve inserire su una stampante di Grande Formato e, ne utilizzi una priva di un sistema filtrante per gli inchiostri Sublimatici, rischierai oltre a non ottenere delle stampe di qualità anche di danneggiare irrimediabilmente la testina di stampa.

      Spero di aver risposto alle tue domande e t’invito a contattarmi ancora nel caso avessi bisogno di una mia eventuale Consulenza per la risoluzione di un tuo problema.

      Rispondi
  52. AvatarPaolo pulici

    Buongiorno ilario
    Grazie delle Tue preziose i nformazioni
    peccato che le ho lette solo ora adesso mi trovo in casa una saw grass usata senza chiavetta ma vorrei convertirla con inchiostri che posso io ricaricare, mi puoi essere d aiuto

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Salve Paolo,
      son felice che l’articolo sia stato d’interesse. Purtroppo però in questo caso non posso essere utile, se non consigliando un nuovo acquisto in considerazione anche del basso costo nel caso si tratti di un formato A4.

      Rispondi
  53. AvatarSalvo

    Ciao Ilario.
    Grazie per l’articolo molto esaustivo.
    Però volevo chiederti alcune cose.
    Vorrei acquistare un fornetto per la realizzazione di cover, tazze, e gadget vari.
    Non ho mai avuto a che fare con la stampa sublimatica visto che stampo tutto quello che ho potuto con transfer e trmotrasferibili.
    Dove si potrebbe comprare la ricoh con inchiostri sublimatici di cui stavi parlando nell’artiolo?
    Secondo te questi forni (vacuum 3d) sono dei buoni compromessi per cominciare? e soprattutto per continuare?
    Per i transfer vanno bene tutti i transfer per sublimatica, o ce ne sono alcuni ( come presumo) adatti all’oggerttistica?
    Con questa stampante con inchiostri sublimatici, si possono stampare anche le foto, o parliamo di macchine/inchiostri diversi?
    Grazie tante
    Salvo

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Salvo,
      grazie a te per il commento.
      Sarò lieto di poter rispondere a tutte le tue domande ma ti chiedo una sola cortesia: poiché dispenso questi consigli GRATUITAMENTE e nelle tue domande hai toccato dei punti che richiedono di essere esposti in modo preciso e in forma scritta sarebbero anche ben più lunghi degli articoli che hai letto, per riuscire a fornirti queste informazioni in modo veloce e senza sottrarre tanto tempo al mio lavoro mi piacerebbe potertele dire a voce. Se mi scrivi un tuo contatto telefonico a info@professionestampa.it riportando le domande inserite nel commento, sarà mia cura chiamarti non appena possibile e fornirti tutte le indicazioni di cui hai bisogno, ribadisco: in modo gratuito e senza nulla pretendere.

      Rispondi
  54. AvatarKatia

    Buongiorno Ilario,

    ho letto le interessanti informazioni e suggerimenti che dai nel tuo blog e siccome sto valutando l’acquisto di una stampante da usare per la sublimazione (produzione piccola quindi andrei sulla ricoh come tu suggerisci!), volevo chiederti se puoi dare anche a me indicazioni su dove acquistare stampante e inchiostri a prezzo onesto!

    Grazie infinite e buona giornata,

    Katia

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Katia,
      sono felice che i miei articoli ti siano stati utili, questo significa che ho centrato il mio obiettivo.

      Ogni persona informata è una persona sottratta dalle Grinfie dei rivenditori senza scrupoli che abbondano sia nella rete che off line, con informazioni non reali, che distorcono la realtà con l’unico obiettivo di realizzare vendite sulla pelle delle persone inesperte che dopo aver speso i loro soldi si ritrovano quasi sempre con attrezzature:
      – che non sono come vengono raccontate;
      – che non svolgono i lavori in modo professionale;
      – con le quali spesso non si riesce a stampare proprio gli oggetti per cui sono state acquistate.

      Questi sono i motivi per cui ogni giorno ricevo decine di email di persone disperate che acquistano le attrezzature su internet e poi quando non riescono a stampare iniziano la loro ricerca on line nel tentativo di non rendere vano il loro investimento, perché a nessuno fa piacere buttare via i soldi, ricco o povero che sia.

      Per molti quando leggono i miei suggerimenti è troppo tardi, perché scoprono che i loro problemi sono quelli di tanti e che sono caduti nella solita trappola commerciale, altri invece riescono a correggere il tiro perché magari sono ancora in trattativa o perché hanno preso solo delle attrezzature che possono essere sostituite in maniera quasi indolore.

      E’ come se queste persone si trovino in mezzo a un oceano e mentre cercano disperatamente di restare a galla, riescono finalmente ad aggrapparsi a un salvagente (il mio Blog), ma si sa, quando uno sta tanto in acqua molto probabilmente poi avrà bisogno di cure, se magari vengono tratti in salvo subito accuseranno meno problemi e si rimetteranno prima, ma se hanno trascorso tanto tempo spesso i danni diventano irreversibili.

      Come avrai letto nel Blog, i miei Genitori sono Tipografi /Serigrafi, pertanto è normale che anche in casa i discorsi cadessero inevitabilmente sul lavoro, oltre al fatto che la Tipografia da piccolo era la mia area giochi, è per questo che molti concetti che per molti risultano difficili e complicati siano invece per me estremamente semplici e naturali. Quando agli inizi del 2000 iniziai a fornire le prime consulenze mi resi conto di essere davanti a un grosso problema; i miei consigli venivano talvolta stravolti dai vari rivenditori di turno che proponevano ai Clienti delle macchine alternative a quelle che io avevo suggerito, altre volte invece fornivano anche le attrezzature giuste ma senza formare i Clienti al loro utilizzo, che non venivano messi in condizione di utilizzarle al 100%.

      Per il motivo sopra descritto, fui costretto a rivolgermi direttamente io ai produttori di materiali e attrezzature e fondai una ditta di Distribuzione che mi poteva permettere e dare così certezza che i Clienti ricevessero esattamente i prodotti che suggerivo nelle mie consulenze.

      Iniziai a fare numerosi Corsi Tecnici presso i maggiori produttori di Attrezzature: Epson, HP, Summa, sono solo i più famosi.

      Entrai nella produzione di numerosi fornitori di materiali per capire come nascevano i materiali e quali erano le reali differenze che consentivano con alcuni materiali di realizzare delle stampe più belle rispetto agli altri. E nonostante io non sia un venditore oggi la mia azienda ha un fatturato con numeri a 6 zeri e cerco ogni giorno di trasmettere le mie conoscenze e la mia filosofia ai miei collaboratori, che riescono a sostituirmi in maniera esemplare in tutte le mie funzioni durante i miei lunghi viaggi di lavoro.

      Ma la soddisfazione più grande per me, sono tutti quei Clienti che aiuto a crescere con i miei suggerimenti e che affidandosi ai miei consigli trovano il loro successo. Alcuni di loro hanno lasciato delle testimonianze sulla pagina “Dicono di me” di questo Blog, altri preferiscono invece restare anonimi e io rispetto il loro volere.

      Tutto questo per farti capire chi è Ilario Serci e cosa mi ha spinto a fondare ProfessioneStampa.it, se anche tu desideri avere una persona esperta che ti segua passo passo e portandoti per mano ti aiuti prima a camminare e poi a correre verso la realizzazione di stampe sempre più belle in grado di stupire i tuoi clienti e te stessa per prima, inviami una email scrivendomi cosa è il tuo progetto non avendo timore di dilungarti (più dettagli mi dai, meglio riesco a centrare la macchina che fa al tuo caso), ma se la tua idea è sbagliata non mi farò scrupoli a rivelartelo, apparendo talvolta anche brutale, ma penso che sia meglio essere scoraggiati prima e con i soldi ancora in tasca che dopo averli buttati in attrezzature inutili.

      Ricorda nella tua email di indicare anche un tuo contatto telefonico, perché come potrai intuire io sono abbastanza impegnato e, spesso trovo più semplice e veloce fare una telefonata durante le mie percorrenze in auto o nelle attese in aeroporto, che mettermi a scrivere.

      Resto in attesa di leggere la tua email nella casella info@professionestampa.it e ti saluto.

      Rispondi
  55. AvatarAlexis Mancini

    Articolo molto interessante , visto la tua cortesia mi piacerebbe sapere se con stampanti per sublimazione ci posso stampare pellicole in PVA per dippatura .Passione per personalizzare le moto
    cordiali saluti
    A.Mancini

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Alexis,
      sono felice che il mio articolo sia stato interessante.
      Per quanto riguarda la tua domanda ti rispondo negativamente, in quanto per la dippatura o cubicatura si devono utilizzare degli inchiostri differenti. Non ti nascondo che è già da un po di tempo che sto lavorando a un progetto per riuscire a stampare facilmente e in autonomia sulle pellicole PVA, ma per il momento non ti posso anticipare altro. Non è escluso che se mi continui a seguire non possa leggere anche qualche novità sulla Cubicatura.

      Rispondi
  56. AvatarDario

    Ciao Ilario, grazie per l’articolo.
    Io uso una Ricoh sg3110 con inchiostri oginali sublijet e a volte mi capita che alcune foto vengono stampate con degli strani segni, tipo come se fossero piccoli ammassi di pixel neri. E succede solo con alcune foto con colori scuri.
    Puoi dirmi da cosa è dovuto questo problema?
    Ti ringrazio in anticipo.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Dario,
      è vero che sono uno Specialista del Settore ma questo non vuol dire che io abbia la sfera magica. E’ impossibile risalire al problema senza sapere cosa stai personalizzando a quali tempi e temperature, la carta, i profili, se stampi da driver piuttosto che da Rip Software, etc. L’unica cosa che ti posso consigliare dagli elementi in mio possesso è di verificare che gli inchiostri non siano scaduti e di agitarli ogni tanto per evitare la formazione di sedimento.

      Rispondi
  57. AvatarRaffaele

    Grazie finalmente mi si è aperto un mondo che non conoscevo… stavo per acquistare una stampante normale per poi conventirla in sublimazione… ma grazie a te non ho fatto questo sbaglio…
    Per adesso ho una ricoh sg 3110dn modificata per la sublimazione ed ho fatto un centinaio di stampe sublimatiche dici che dura ancora?
    Ora sarei intenzionato a prendere una stampante sublimatica a3 quale mi consigli come modello?
    Grazie ancora

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Raffaele,
      grazie a te per il commento.
      Per quanto riguarda la Ricoh 3110, un centinaio di stampe sono davvero poche per pensare che la stampante sia già a fine vita, ma magari è capitato qualcosa che non mi hai scritto e che ti fa pensare questo.
      Per il formato in A3 non posso che suggerire la sorella maggiore della 3110 la 7100, ma quello che è importante come ho già scritto numerose volte non è la stampante ma il sistema che andrai ad abbinare (inchiostri, profili, software, carta, etc.), solo scegliendo gli elementi giusti potrai utilizzare queste stampanti per produrre delle stampe professionali in grado di stupire te stesso e le persone a cui sono rivolte, se per farlo ritieni di aver bisogno del mio aiuto puoi chiederlo inviando una email a info@professionestampa.it.

      Rispondi
  58. AvatarMauro

    Ciao Ilario complimenti per il blog e la guida!! Una manna dal cielo!!
    Volevo avere info e sapere dove posso rivolgermi per acquistare richo geljet formato A3

    Grazie mille e ancora complimenti!

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Mauro,
      grazie per il commento e per i complimenti sempre graditi.

      Se leggi sopra, scrissi in un commento a Katia cosa mi spinse a scrivere nel Blog e un po della mia storia, non mi voglio ripetere e ti scrivo soltanto che la Stampante Ricoh in A3 la trovi un po ovunque, quello che certamente faticherai a trovare è qualcuno che sappia abbinare a questa stampante tutti gli elementi che servono per farla stampare bene con gli inchiostri Sublimatici, pertanto se vuoi evitare di buttare via tempo e denaro in test di prova per scoprire poi che magari la carta non va bene, o l’inchiostro non è compatibile o che non hai un software per la gestione dei profili colore da assegnare ai diversi materiali, etc., la soluzione può essere di contattarmi se vuoi anche tu usufruire del mio supporto per riuscire a fare subito centro senza bisogno di impazzire per capire cosa ti manca e cosa sbagli.
      Puoi inviarmi una email con i tuoi contatti a info@professionestampa.it, scrivendomi cosa vorresti personalizzare e tutti i dettagli che ritterrai opportuno e ti contatterò prima possibile illustrandoti la soluzione giusta per te.
      In attesa di leggerti ti saluto.
      Ilario

      P.S.: ah dimenticavo! Poichè io do alcune cose per scontate ma mi rendo conto che il grado di sfiducia e diffidenza in questo settore è altissimo, voglio precisare che la mia consulenza sarà GRATUITA e lo farò soltanto per il gusto di dare anche senza nulla ricevere, così come tutti i consigli di valore che do in questo Blog.

      Rispondi
  59. AvatarMirko

    Ciao,ho letto l’articolo ed è molto interessante e volevo chiederti un consiglio;ho una epson wf7110 con ciss esterni per stampa sublimatica ma mi sta dando un sacco di problemi,cosi sto pensando di oassare alla Ricoh 7100.Pensi che il cambio valga la pena?Non rischio di avere i problemi che sto avendo ora?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Mirko,
      mi fa piacere che il mio articolo sia stato utile. Se hai letto bene la risposta sulla Epson WF utilizzata con inchiostri sublimatici te la dai da solo. Va sempre evitato l’utilizzo di inchiostri Sublimatici sulle stampanti Epson che non sono state prodotte per questo uso. L’utilizzo di una stampante Ricoh certamente potrà risolvere ma dovrai comunque abbinare un sistema pienamente compatibile per ottenere delle stampe conformi altrimenti avrai gli stessi problemi che hai già avuto con la Epson.
      Se vuoi avere il mio supporto ed evitare di buttare via tempo e soldi in inutili prove per individuare tutti gli elementi che ti possono garantire il risultato migliore inviami un tuo contatto telefonico a info@professionestampa.it e ti contatterò non appena possibile.
      A presto.
      Ilario

      P.S.: ah dimenticavo, considerato che io lo do sempre per scontato ma per alcuni ho visto che giustamente non lo è, tengo a precisare che la mia consulenza sarà GRATUITA.

      Rispondi
  60. AvatarClaudio

    Salve Ilario complimenti per il blog e per l’aiuto che ci stai dando, io possiedo da tempo una Ricoh Gx 3300N che montava cartucce tipo “chromablast” una tipo di inchistro che aggrappava anche sul cotone… La stampante poi non lho più utilizzata per un anno forse più, è possibile convertirla x stampa sublimazione classica?o con il tempo x via dei sedimenti sarà irrecuperabile? In fiera mi hanno detto di sì che è fattibile indicandomi però di comprare due set di cartucce complete “Subli Jet R” sawgrass… ma due set di cartucce alla fine più o meno mi costano circa 400€….a sto punto conviene quasi ricomprarla da nuovo…?…grazie infinite x la disponibilità Buon proseguimento.
    Claudio

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Claudio,

      grazie per i complimenti e per il commento.

      Se hai lasciato la stampante spenta con gli inchiostri all’interno non penso che ci sia tanto da fare, farla funzionare di nuovo penso sia antieconomico.

      Al tuo posto penserei di acquistare una Ricoh 3110DN e abbinare il sistema giusto per utilizzarla per la Sublimazione.

      Se gradisci il mio supporto da utilizzare come Scorciatoia per evitare di commettere errori nell’individuazione di tutti i componenti giusti e ottenere subito delle stampe professionali senza bisogno di perdere tempo e denaro in prove inutili, contattami su info@professionestampa.it e sarò lieto di darti una mano a raggiungere i tuoi obiettivi senza stressarti.

      Rispondi
  61. AvatarLuca

    Buongiorno,possiedo una stampante Epson Workforce WF_7110,modificata per inchiostri sublimatici,ma regolarmente ogni 2 mesi la stampante si blocca e non scendono più i colori.Come posso ovviare a questo problema.grazie buonagiornata Luca

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Luca,
      se hai letto per bene il mio articolo avrai già la risposta, considerato che la WF non è stata pensata per stampare con inchiostri sublimatici.

      Il tuo problema può essere risolto soltanto cambiando stampante. Se vuoi evitare di fare errori e vuoi essere certo di poter stampare senza problemi con la giusta stampante e tutti gli altri elementi necessari a contorno: inchiostri realmente compatibili, profili colore, carta giusta, etc. mi puoi contattare su info@professionestampa.it

      Rispondi
  62. AvatarClaudio

    Salve Ilario sono Claudio le ho scritto un post il 20 dicembre scorso,buon anno! , ho trovato un offerta interessante da un fornitore per la stampante RICOH Aficio SG 3110 DN Formato A4,quella da Lei suggerita , che comprende una risma TexPrint xp hr 105 gr. A4 110 fogli e 4 Cartucce Sublimatiche WeInk + Profilo Icc tutto a 199€ + iva , ora visto che ero piuttosto propenso all’acquisto visto il prezzo interessante , mi piaceva capire se le cartucce in dotazione le Weink sono valide oppure meglio non sporcare l’impianto e montare subito cartucce più performanti , magari la sua preziosa esperienza in merito sa’ consigliarmi.
    Grazie infinite per la disponibilita’
    cordiali saluti
    Claudio

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Salve Claudio,
      considerando che la stampante costa circa € 190,00+IVA e che gli inchiostri per scadenti che possano essere incidono per altri 200 euro circa ho seri dubbi sul suo acquisto.
      Saluti
      Ilario

      Rispondi
  63. AvatarGian

    Ottima guida esaustiva e chiara forse la migliore della rete.
    La guida poi è altrettanto utile.
    complimenti e grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ringrazio per i Complimenti e per il Commento, sopratutto perché arriva da un Distributore di Prodotti Sublimatici.

      Rispondi
  64. AvatarYari

    Salve Ilario,
    grazie innanzitutto per l’articolo, si è presentato molto esaustivo.
    Mi sorge però un dubbio, e spero che tu possa risolvermelo, piu’ che altro per quel che riguarda la precisione di stampa in piccole dimensioni, parliamo dai 3mm ai 3cm , e della resa dei colori.
    Pertanto mi occorrerebbe una stampate per stampe Precise, con rese di colori ottimali, ed alta definizione nei dettagli, per stampe anche di 3mm.
    Hai qualche stampante da consigliarmi?
    Ti ringrazio anticipatamente.
    Saluti
    Yari

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Yari,
      grazie per il commento. Per quello che chiedi ci sono diverse soluzioni, su diverse fasce di prezzo. La valutazione va fatta in base ai volumi di produzione, agli oggetti da personalizzare, ai volumi di stampa e ad altri elementi che ci fanno propendere a un sistema piuttosto che all’altro. Per consigliarti al meglio sarebbe opportuno poterci interfacciare almeno telefonicamente in modo da procedere a una valutazione precisa senza margini d’errore, t’invito pertanto a inviarmi un tuo contatto telefonico scrivendo una email a info@professionestampa.it, avrò così modo di farti le domande che mi servono per avere un quadro preciso di cosa è necessario per produrre le stampe che vuoi realizzare.

      Rispondi
  65. AvatarYari

    Per stampe di 3mm, o anche 5mm, intendo per esempio un piccolo rossetto per labbra, o una scarpetta / tacco o altro.

    Rispondi
  66. AvatarSILVIO

    Salve Ilario.
    Complimenti per l’articolo che ha salvato parecchi “cadetti”.
    Qualcuno mi ha consigliato una normalissima stampante laser o addirittura Led, per iniziare a personalizzare tazze, attraverso l’utilizzo di carta transfer e di una termo pressa. Acquistando una normalissima stampante laser, riuscirei nel mio intento oppure butterei un paio di centinaia di euro? Ti ringrazio per la sicura risposta e le rifaccio ancora i miei complimenti.
    Saluti
    Silvio

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Salve Silvio,
      grazie per i Complimenti sempre ben accetti.

      Direi a quel qualcuno che ha fornito i consigli che scrivi di cambiare mestiere considerato che non ha la bontà di aggiornarsi. Altro classico esempio di come anche in questo settore, l’importante sia vendere a ogni costo senza nessuna cura del cliente e delle problematiche a cui andrà incontro proponendo i prodotti consigliati. Nel tuo caso seguendo il suo consiglio andresti a produrre delle stampe scadenti, particolarmente delicate all’abrasione e ai lavaggi, lasciando il cliente insoddisfatto se ti va bene, perché trovando il cliente pignolo andrai incontro a contestazioni certe.

      Se hai intenzione di produrre delle tazze in modo professionale t’invito a contattarmi su info@professionestampa.it e ti fornirò le indicazioni per evitare di buttare via soldi in macchine inutili, poi magari la prima tazza prodotta la porterai a quel qualcuno del consiglio sopra, così capisce che anche il nostro settore si è evoluto al pari del resto del mondo. Attendo i tuoi contatti.

      Rispondi
  67. AvatarMarco -Biella

    Buongiorno sig.Ilario ho letto con molto piacere gli articoli che hai scritto nel blog e nella guida di professionestampa , sono chiari e puntuali , io ho una attività pluriennale di stampa t-shirt con transfer e termotrasferibile sia da taglio che da stampa e ricamo personalizzato , volevo aggiungere ai miei prodotti anche alcuni gadget che si personalizzano con la stampa sublimatica , tazze etc. , volevo un gentile consiglio per ottenere prodotti ottimi che soddisfino completamente il cliente , che è la cosa più importante , dato che ho visto che il risultato è la somma di più fattori ,tutti ugualmente importanti , vorrei inoltre chiedere se su una stampante come le Ricoh A4 / A3 è possibile fare una procedura di lavaggio completo del sistema per togliere gli inchiostri e mettere in riposo la macchina , procedura che uso sulla mia Roland VersaCamm SP300 , perchè ho una attività stagionale .
    Grazie Marco

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Marco,
      ti ringrazio per il gradito commento. Inizio a rispondere all’ultima domanda, che è negativa. Non possiamo infatti paragonare un plotter Roland di grande formato con una Stampante A4 da 150 euro, con i soldi che utilizzi per ricaricare gli inchiostri nel circuito del Roland dopo il lavaggio, questa stampante Ricoh la ricompri nuova. Non dimenticare che, nonostante con i sistemi che vado ad abbinare riesca a farli fare delle stampe sublimatiche professionali, stiamo comunque parlando di piccole stampanti e sopratutto di macchine che hanno un valore ridicolo rispetto a quello che possono permetterci di produrre.
      Per il resto se vuoi procedere con l’acceleratore premuto al massimo e ottenere delle stampe di successo senza rischiare errori, sarò lieto di aiutarti così come sto facendo con tanti altri clienti, certamente oltre a consigliarti al meglio sulla tua nuova iniziativa sarò in grado di migliorare il tuo lavoro anche nelle cose che già stai facendo, consentendoti di aggiungere valore e poterti differenziare rispetto ai tuoi concorrenti che magari ancora non mi conoscono.
      Se sei interessato scrivimi a info@professionestampa.it, indicandomi dove hai la sede lavorativa e il tuo numero di telefono, così che possa capire se ci possiamo incontrare di persona, infatti in questo periodo sono impegnato in Consulenze e Installazioni in tutta Italia pertanto non è strano che potrei capitare anche nella tua zona.
      In attesa di leggere la tua email su info@professionestampa.it, ti saluto e t’invito a unirti anche al gruppo Facebook di Professione Stampa che diventa ogni giorno sempre più numeroso: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/

      Rispondi
  68. AvatarMassimiliano

    Salve e complimenti per il blog con tanti articoli veramente interessanti. Le scrivo perché avrei bisogno di un consiglio su quale stampante scegliere per stampe di piccolo formato. Sono un fotografo di matrimoni ed ogni tanto (non molte volte a dire il vero, ma ogni tanto accade) mi chiedono le stampe sul posto durante il ricevimento. Ovviamente si parla di numeri piuttosto bassi (100-150 stampe) e di formati piccoli quali 10×15/ 13×18. Potrebbe gentilmente darmi qualche consiglio? Grazie e buon lavoro.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Salve Massimiliano,
      grazie per i complimenti e per il commento. Per rispondere alla sua domanda le consiglio di leggere quest’articolo: http://professionestampa.it/laser-inkjet-scopri-la-stampante-la-tecnologia-giusta/ troverà l’indicazione su qual è la stampante che rappresenta la miglior soluzione per stampare su carta fotografica, se dopo averlo letto avrà bisogno di maggiori indicazioni su come poter avere la stampante, mi potrà scrivere su info@professionestampa.it e sarò lieto di fornire tutti i dettagli.

      Rispondi
  69. AvatarRoberto

    Buongiorno sig. Ilario,
    avendo già una piccola attività (vendita/assistenza informatica, internet point) e avendo la fortuna di lavorare assieme ad un grafico professionale in una zona turistica, e vista la totale inesistenza di concorrenza in zona, stavo valutando seriamente di “buttarmi” nel mondo della stampa di oggettistica in ceramica, che sarebbe un integrazione a quanto già esistente, e non l’attività principale. Conosco bene le problematiche legate a stampanti ed inchiostri, ma sono completamente nuovo nel campo della sublimazione e della ceramica e la Sua preparazione e franchezza in materia sono chiaramente sinonimo di grande conoscenza e attendibilità.
    Vorrei iniziare in piccolo ma bene, acquistando macchine affidabili, in modo da imparare e poter valutare le potenzialità del mercato evitando di buttare soldi con i classici acquisti sbagliati e i grossolani errori da principiante.
    Vista la sua grande disponibilità, ritiene che sarebbe possibile avere un contatto anche telefonico in modo da poterle spiegare meglio quali sarebbero le mie esigenze/possibilità in questo settore del quale mi risulta molto difficile reperire informazioni credibili e precise?
    La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità

    Roberto

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Roberto,

      grazie per le belle parole e non posso che darLe la mia disponibilità. I miei riferimenti li trova nella pagina Contatti a questo link: http://professionestampa.it/contatti/ ma come può immaginare sono sempre molto impegnato e non è facile trovarmi in Ufficio e sopratutto libero, ma se mi fornisce un suo contatto telefonico inviando una email a info@professionestampa.it la chiamerò io non appena avrò un momento di tranquillità che mi consente di poterci confrontare a voce e capire quali sono le attrezzature che vanno meglio per lei e che le possono garantire di ottenere dei lavori professionali oltre a un rapido ritorno dell’investimento.

      A presto.
      Ilario

      Rispondi
  70. AvatarGiancarlo

    Buongiorno signor Ilario, innanzitutto complimenti per il suo sito davvero molto interessante!
    Vorrei iniziare a fare delle stampe su cover di cellulari, dispongo già di un fornetto per stampa 3D, vorrei un consiglio da lei su dove acquistare una stampante a4 della ricoh, quale modello e quali inchiostri e carta utilizzare per avere dei buoni risultati.
    Premetto che non punto su stampe a quantità industriale, queste cover le dovrei affiancare al mio laboratorio di riparazione smartphone.
    La ringrazio in anticipo per la sua gentilezza e le porgo i miei saluti.
    Giancarlo

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie Sig. Giancarlo, sono felice che abbia trovato il mio Blog interessante. Certamente la posso supportare a soddisfare appieno la Sua esigenza, ma ho bisogno di capire che forno sta utilizzando per abbinare il giusto supporto e di conseguenza inchiostri e profili adeguati. Se desidera, per fare più velocemente può comunicarmi un suo contatto telefonico scrivendo una email a info@professionestampa.it così la posso contattare e confrontarci a voce in modo da avere un riscontro immediato e subito la soluzione.

      Rispondi
  71. AvatarMirko

    Buonasera,ho letto molti articoli del suo blog e vorrei un consiglio,se possibile.
    Ho iniziato da qualche mese a stampare in sublimatico con una stampante A4 Ricoh 3110 con cartucce Sawgrass Sublijet e devo dire che mi sto trovando benissimo. Adesso però vorrei iniziare ad allargare gli orizzonti e stampare su cotone, ed è qui il punto. Ho visto in vendita una stampante Ricoh come la mia ma per stampare su cotone, con cartucce Sawgrass Chromablast e carta sublimatica Sawgrass Chromablast.
    Vorrei sapere ,con questa stampante avrei la stessa qualità di stampa della Ricoh con inchiostro Sawgrass Sublijet?
    Per iniziare a stampare su capi scuri potrebbe consigliarmi qualcosa,tenendo conto di una disponibilità economica limitata?
    La ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buonasera Mirko,
      la soluzione migliore per stampare su Cotone in modo Professionale è la Epson F2000. La macchina presuppone un investimento che ad alcuni spaventa ma ci sono dei modi per poter utilizzare la stampante anche senza acquistarla e far si che questa si paghi da sola, ma per approfondire questo sarebbe il caso che ci sentissimo privatamente per fare una valutazione del tuo caso. Il resto delle stampanti che promettono risultati fantastici sono soltanto surrogati proposti a prezzi molti bassi ma che non portano nessun risultato concreto se non quello di far scappare i clienti.

      Per saperne di più invito a scrivermi una email all’indirizzo presente a questo link http://professionestampa.it/contatti/

      Rispondi
  72. AvatarChecco

    Gentile Sig. Ilario,
    la ringrazio per i consigli che fornisce, siccome sono a digiuno di qualsiasi esperienza ( fino ad ora acquisto carta sublimatica gia’ stampata da dover solo trasferire su tessuto ) vorrei diventare autonomo e sono in procinto di acquistare una roland xt-640. Cosa ne pensa? ha qualche alternativa migliore da consigliarmi +/- sulla stessa fascia di prezzo?
    la ringrazio anticipatamente,
    saluti
    Checco

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buonasera Checco,
      quello che penso è che sta sbagliando completamente rotta, è sicuro di aver letto il mio articolo e di non essere passato subito in basso a scrivere la sua domanda? Perché la risposta alla sua domanda è presente nel mio articolo e in modo anche molto esplicito, pertanto la invito a rileggerlo se questa parte le fosse sfuggita.
      Per quanto riguarda invece la seconda domanda, non posso che risponderle in modo affermativo, ma non deve fare l’errore di valutare le attrezzature solo per quello che costano, ma per quello che offrono, che posizionamento hanno sul mercato, quanti utenti le utilizzano e sopratutto quanti sono quelli soddisfatti. Magari lei, che ha il suo lavoro da seguire non disporrà di queste informazioni e magari non avrà nemmeno il tempo di andarle a cercare, pertanto se ha piacere può scrivermi all’indirizzo email che trova a questo link: http://professionestampa.it/contatti/ e sarò lieto di poterle fornire le informazioni che le consentiranno di acquistare la stampante che realmente a lei necessita, evitando di buttare via tempo prezioso e sopratutto denaro.
      Aspetto la sua email con un suo contatto telefonico così che possiamo farci una chiacchierata e procedere a una valuzione precisa delle sue esigenze.

      Rispondi
  73. Avatargiovanni greco

    Sarebbe cosi gentile da indicarmi dove comprare una ricoh con cartucce ricaricabili e inchiostro sublimatico in geljet ?
    Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Giovanni,
      la ricoh la trovi da qualsiasi rivenditore di stampanti e anche trovare gli inchiostri non è un problema on line avrai soltanto l’imbarazzo della scelta. Se la tua domanda invece fosse stata: come faccio a essere certo di utilizzare la stampante giusta e tutto quello che occorre per produrre stampe professionali? Allora in quel caso ti avrei proposto il mio aiuto, spero che sia chiara la differenza.

      Rispondi
  74. AvatarMarco mereghetti

    Complimenti,tutto vero io ho dovuto trovarla da solo la soluzione dopo aver buttato materiale e inchiostri con le epson,ora da tempo ho la ricoh e tutta un’altra vita gli inchiostri durano tantissimo e la macchina non ha mai dato problemi.Una domanda,rifacendami ai consumi epson avevo esagerato con le scorte di inchiostro ora ormai scaduto,la cosa potrebbe essere la causa di un indebolimento dei colori? Faccio notare che i test sono regolari.
    Grazie e complimenti ancora per i preziosi consigli

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie Marco, sia per i complimenti che per il gradito commento. Per quanto riguarda la domanda: gli inchiostri sublimatici hanno 1 anno di scadenza, oltre il quale oltre alla formazione di depositi di sedimento si verifica anche un decadimento del pigmento, da qui il risultato di stampe con colori più deboli.

      Rispondi
  75. AvatarRoberto zuena

    Ciao scusami se ti disturbo mi chiamo Roberto Zuena e dovrei iniziare il lavoro di fotografo di eventi dove mi servirà una stampante da collegare a un occhio in loco in modo da stampare 13×18 le foto dell’occasione. Mi sto perdendo nel marasma e non riesco a trovare una stampante adatta sia come costo copia che come durevolezza si tratta di 200/300 copie a sera. Saresti così gentile da consigliarmi? Te ne sarei grato. A presto roberto

    Rispondi
  76. AvatarCristina

    Bellissimo articolo! Peccato non averlo letto prima! Ho da poco acquistato una Epson WF – 7110 e mi è stata venduta insieme a degli inchiostri sublimatici .. sto riscontrando dei problemi con la stampa, perche gli oggetti che personalizzo escono scuri e gialli, mentre le immagini reali sono molto piu luminose e brillanti..non capisco dove sta il problema,se il problema sono gli ichiostri oppure altro, ho inserito il profilo colore, è tutto regolare ma niente, non ne cavo piede..lei per caso sa darmi qualche dritta? Grazie mille in caso e ancora complimenti

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie Cristina. Mi dispiace che sia ormai troppo tardi. Come ho scritto le stampanti Epson WF non sono adatte per la sublimazione, pertanto il risultato ottenuto non è quello professionale oltre al fatto che molto presto la stampante avrà problemi sui componenti a contatto con l’inchiostro. Il mio consiglio è quello di utilizzare su quella stampante gli inchiostri originali e utilizzarla come una normale stampante a colori prima che sia troppo tardi anche per questo. Per la sublimazione suggerisco di dotarsi di una stampante di piccolo formato tra quelle che ho suggerito. Se ritiene di aver bisogno del mio supporto per evitare altre perdite di tempo e di denaro mi può contattare in privato ai riferimenti che trova in questa pagina: http://professionestampa.it/contatti/

      Rispondi
  77. AvatarSilvia

    Ciao Ilario,
    grazie per i consigli utilissimi.
    Vorrei iniziare l’attività di stampa su boccali da birra in vetro.
    Quale stampante sublimatica con kit di ricarica mi consigli? E quale pressa?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Silvia,
      se devi stampare boccali in ceramica ok, ma stampare in sublimazione quelli in vetro te lo sconsiglio.

      Rispondi
  78. AvatarAngelo

    Ciao Ilario,
    facendo una ricerca su google, sono capitato nel tuo blog, e mi sono schiarito le idee su quale tipologia di stampante scegliere…per iniziare una nuova attività, la vendita di tazze con immagini realizzate da me. Ho comprato la stampante marca Ricoh modello SG3110DN come da te suggerito….ma il problema che è sorto, è alquanto complicato da risolvere. Come Pc, ho un MacBook Pro con monitor in retina….visualizzo le immagini sul monitor….bellissime!!!…quando le vado a stampare invece…resto deluso…i colori non corrispondono a quelli visualizzati sul monitor. Ho provato a dettare diversi profili sulla stampante….a esportare immagini da Lightroom, secondo il profilo colore srgb, oppure il profilo colore della stampante Glossy/inkJet Paper/etc…ma ahimè i colori stampati risultano scuri/spenti.
    Riesci ad aiutarmi? Grazie.
    Angelo

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Angelo,

      i risultati che tu hai ottenuto sono ovvi e scontati.

      Hai scelto la stampante giusta, ma da sola non basta.

      Come ho più volte scritto la cosa fondamentale è poi abbinare anche tutto il resto: inchiostri, carta, profili, software, tazze, etc. Per questo è importante per evitare di perdere tempo e denaro chiedere il supporto di uno specialista del settore, che sappia darti tutte le indicazioni necessarie per produrre fin da subito stampe professionali, con colori vivaci e naturali, in grado di stupire in modo positivo i tuoi Clienti e portarti al successo sperato, ma sopratutto poter recuperare nel minor tempo possibile i soldi spesi. Questo è il lavoro che io faccio tutti i giorni con le persone che chiedono e si affidano ai miei consigli. Se sei interessato al mio supporto per analizzare il tuo caso e conoscere cosa devi fare per ottenere delle stampe professionali, puoi inviarmi una email all’indirizzo che trovi al link seguente: http://professionestampa.it/contatti/

      Rispondi
      1. AvatarAngelo

        Grazie mille Ilario!!!
        Attendo il materiale per la stampa sulle tazze, e provo a stampare la prima tazza, se il risultato è scadente, ti contatto subito.
        Buona serata.
        Angelo

        Rispondi
        1. IlarioIlario Post author

          Ciao Angelo,
          non mi pare che ci siamo sentiti, forse non hai letto bene la mia risposta al tuo commento precedente.

          Rispondi
  79. Avatareda

    Buonasera, mi consiglia cortesemente un modello ricoh per stampare su carta fotografica?
    Grazie mille

    Rispondi
  80. AvatarGiuseppe

    Ciao Ilario innanzi tutto grazie per la fantastica guida scritta. Vorrei sapere cosa ne pensi della epson L-1800 per la stampa sublimatica. E che marca di inchiostro secondo te di sublimazione è ottima.
    Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Giuseppe,

      son felice che la Guida sia stata di tuo gradimento, In realtà è uno strumento indispensabile per chi vuole sublimare a un livello superiore oltre a tutte le altre informazioni che sono contenute all’interno che sono le basi per chi opera nella stampa digitale di Grande Formato.

      Per quanto riguarda la L1800 la risposta alla tua domanda la troverai leggendo l’articolo relativo a questo link: http://professionestampa.it/laser-inkjet-scopri-la-stampante-la-tecnologia-giusta/

      Riguardo la seconda domanda, è troppo generica, se ti riferisci al grande formato la risposta è certamente EPSON in quando i nuovi inchiostri Neri HD superano di gran lunga qualsiasi altro inchiostro sublimatico consentendo di ottenere dei neri intensi puri e senza dominanze di altri colori indesiderati.

      Se poi vorrai saperne di più sappi che è finalmente disponibile il mio nuovo libro che puoi acquistare a questo link: http://professionestampa.it/il-libro/

      Rispondi
  81. AvatarEdi

    Informazioni utilissime.
    complimenti per la scelta di svelare determinate cose che nessuno dice.
    Posso avere delle informazioni dove acquistare la Ricoh progettata per inchiostri geljet ed eventuali modifiche per sublimazione????
    Grazie molte Ilario

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Son contento che le informazioni ti siano state utili.

      Se hai una partita e stai valutando di tastare il mercato sublimatico ti posso supportare sulla scelta di quali siano le attrezzature giuste per te, e quali inchiostri conviene utilizzare in base alle tue esigenze specifiche, ovviamente per farlo ho bisogno di procedere a una valutazione e poterti fare delle domande per poter tracciare un quadro completo, dopodiché ti potrò fornire una soluzione precisa evitandoti di cadere in errori che ti farebbero perdere tempo e denaro. Per poter ottenere questo, dovresti inviarmi una email indicando un tuo contatto telefonico in modo che abbia la possibilità di contattarti non appena sono disponibile e poterti porre i quesiti fondamentali per la valutazione, i miei contatti li trovi a questo link: http://professionestampa.it/contatti/

      Rispondi
  82. AvatarVincenzo

    Salve Ilario!

    Ho letto attentamente questo articolo e sono rimasto letteralmente impressionato da questa spiegazione, in quanto stavo per acquistare una stampante epson per la sublimazione. Devo dire che mi hai salvato da un errore!
    Ma adesso la mia richiesta è questa:
    Sto portando nella mia attività già avviata di vendita cover e accessori cellulari on line, la stampa di cover personalizzate. Ora in base alla mie esigenze vorrei sapere quale stampante comprare per le mie esigenze e dove comprarla.

    Puoi aiutarmi per favore?

    Resto in attesa di una tua risposta, grazie mille!!!!

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Vincenzo,
      son felice che il mio articolo ti sia stato utile.

      Come per gli altri ti invito a comunicarmi la tua richiesta in privato alla email che trovi a questo link: http://professionestampa.it/contatti/ sarò ben lieto di fornirti tutte le indicazioni di cui hai bisogno per stampare i tuoi lavori in modo professionale e sopratutto recuparare in tempi rapidi il tuo investimento.

      Rispondi
  83. AvatarAlessandro

    Buonasera Ilario !
    innanzi tutto grazie per i suoi preziosi consigli.
    Ho necessità di stampare carta sublimatica per stampare tessuti in poliestere.
    Anche io ho provato a convertire una stampante a3+ epson 4880 con inchiostri sublimatici ma dopo tante fatiche e pochi risultati ho dovuto rinunciare.
    Mi sto allora interessando a un plotter nato appositamente per la sublimazione . Un’azienda mi ha proposto 2 modelli Epson f6200hdk o f7200hdk . Visto il costo soprattutto di quest’ultimo modello la mia domanda e’ se mi conferma di che sono la scelta migliore per questa applicazione .Oppure ci sono altri marchi che hanno qualità migliori?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buonasera Alessandro,

      però siate seri! Ma voi scrivete allo specialista se quella pastiglia specifica risolve il vostro problema senza che lui vi visiti?
      Io non curo le persone ma sono uno specialista del mio settore e, se non la conosco, non so quali sono i suoi volumi che formati deve stampare, a quale target di clienti si rivolge e mi fermo qui perchè potrei continuare con un elenco di variabili di 4 pagine, mi spiega come faccio a consigliarla al meglio?

      La verità è che non esiste la macchina giusta per tutti, ma ognuno ha delle esigenze specifiche che vanno valutate e solo dopo che si è tracciato un profilo preciso allora si può procedere a consigliare quello è giusto o sbagliato. A me fa piacere aiutarvi e lo faccio volentieri, ma non è così semplice e se lo fosse non avrei migliaia di lettori che entrano ogni giorno in questo blog per cercare la soluzione ai loro problemi, nonostante abbia già qualche migliaio di pagine di contenuti di valore pubblicati sono soltanto la punta dell’iceberg di tutte quelle che sono le varie problematiche che possono presentare materiali e attrezzature abbinate a numerose variabili in funzione delle diverse attività svolte.

      Pertanto se vuol procedere a una valutazione seria che le eviterà di buttare via tempo e sopratutto denaro in stampanti che non fanno al suo caso, mi scriva una email con un suo contatto telefonico alla casella email che trova al link seguente: http://professionestampa.it/contatti/ e concorderemo come e quando.

      Rispondi
  84. AvatarAlessandro

    Salve,
    grazie per i preziosi consigli.
    Vorrei sapere, se possibile, tutte le informazioni per poter acquistare una stampante Ricoh e i dovuti accessori, che utilizzerò per stampa sublimatica di cover 3d per cellulari.

    Rispondi
  85. AvatarFrancesco

    Ciao Ilario, devo dire che cogli sempre nel centro. le stampanti modificate epson non funzionano. Praticamente fai un lavoro con la stampante nuova, dopo di che puoi gettarla. Le conosco bene e posso assicurare che per farle funzionare ci vuole un lavoro da matti. Io personalmente avevo risolto con due kit, uno era con acqua e ammoniaca e l’altro con ink sublimatici. A fine lavoro scambiavo i kit inseriti, pulivo le testine, poi travasavo l’ink nelle altre taniche pulite. Avevo montato diversi filtri di pulizia, tubicino di scarto inchiostro esterno e altro che non sto qui a raccontare. Ne vale la pena? NO. NO e ancora NO. Perchè in ogni caso l’inchiostro sublimatico, anche della migliore marca purtroppo sedimenta troppo e oltretutto scade dopo pochi mesi. La soluzione è la Ricoh per il piccolo formato. Inchiostri gel sigillati con piccole quantità d’inchiostro. Un’ultima cosa sulle epson piccolo formato. Non ho esperienza diretta sul grande formato. Inseriscono una miriade di software che ti fanno bloccare la stampante. e resettarla ha un alto costo. Conviene buttarla. Io utilizzavo software gratuiti ma poi mi sono stancato e tengo la mia bella epson al museo delle cose che non acquisterò più. Non mi dilungo ancora. Epson è una grande azienda, purtroppo però approfitta troppo del suo monopolio. La maggior parte di stampanti (se non tutte) di grande formato utilizzano testine epson. Ottime certo.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Francesco,
      grazie per il tuo commento a sostegno di quanto ho scritto.

      Vorrei fare però una precisazione per chi legge, perché non vorrei si desse una percezione sbagliata di Epson, che in realtà non ha responsabilità su tutte le modifiche selvaggie effettuate sulle sue stampanti. Non bisogna dimenticare infatti che a tutt’oggi non esiste, e ripeto NON ESISTE una stampante Epson di piccolo formato con inchiostri sublimatici.

      Tutto quello che trovi in commercio di piccolo formato proposto per la sublimazione sono stampanti che nascono per stampare su carta normale e sopratutto con inchiostri non sublimatici per questo poi le testine di stampa si inchiodano quando nel circuito viene messo un inchiostro sublimatico che ha una densità completamente diversa da quella per cui sono state concepite.

      La stessa Epson sul grande formato ha progettato delle stampanti che nascono per stampare con inchiostri sublimatici e che in quanto tali non hanno nessun problema, proprio perchè sia la testina di stampa che l’intera meccanica è pensata per stampare in sublimazione.

      Rispondi
  86. AvatarAlessio

    Salve, sei stato di grande aiuto, ma visto che voglio cominciare con la dippatura/cubicatura e vorrei stampare a mio piacimento le pellicole e lavorare su oggetti di grandi dimensioni, vorrei sapere quale stampante, sicuramente di grande dimensioni, quale usare e se ci sono diverse misure dopo quelle due in A4 e A3.
    Grazie mille ancora
    Alessio

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Salve Alessio,
      la dippatura/cubicatura è una cosa diversa dalla sublimazione, non mi attrae in quanto per ottenere dei risultati seppure buoni è necessario utilizzare dei prodotti molto aggressivi e abbastanza tossici per la salute di chi ci lavora. Per il motivo appena descritto non posso esserti utile.

      Rispondi
  87. Avatarangela

    Ciao puoi darmi un consiglio su dove comprare una stampante sublimazione ricoh di piccole dimensioni non riesco a trovarla, oppure qualcos’altro di poco costoso anche di seconda mano.. Mi piace fare magliette per hobby. Grazie e buona giornata.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Angela mi dispiace ma io do supporto ai Professionisti, per il tuo hobby dovresti cercare altrove.

      Rispondi
  88. AvatarDavide

    Egr. Ilario,
    prima di tutto vorrei ringraziarti per condividere informazioni così preziose per chi, come me, non sa nulla della stampa sublimatica e vuole iniziare.
    Ti pregherei, gentilmente, di fornirmi qualche ulteriore indicazione sul modello più attuale di stampante indicata per piccole quantità produttive, formato A3, da utilizzare in varie applicazioni, dai gadgets ai tessuti per confezionare altri articoli.
    Ti ringrazio anticipatamente.
    Saluti.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Davide,
      ti ringrazio per le belle parole e sono felice che le informazioni ti sono state utili, non è semplice riuscire a trasmettere con chiarezza concetti tecnici, e il tuo commento è un ulteriore conferma che ho raggiunto il mio scopo.

      Per quanto riguarda la tua richiesta t’invito a inviarmi una email indicando un tuo contatto telefonico così che ti posso contattare e farti alcune domande mirate per indicarti qual è in questo momento il modello più adatto per le tue esigenze.

      Rispondi
  89. Avatarguglielmo

    Buonasera,
    intanto complimenti per la chiarezza, nonostante siano cose nuove, riesco a seguire molto bene!
    Sono nel settore della stampa fotografica e siccome cambiando le abitudini le persone non stampano più le foto… sto cercando nuove alternative. Mi sto informando su che tipo di investimento è richiesto per stampare tshirt ed eventualmente altri supporti (puzzles, cover ecc).
    Parto quindi da zero, se non avessi letto questo articolo avrei optato per quei kit che costano poco e fanno tutto…
    Cosa mi consiglia?

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buonasera Guglielmo,

      ti ringrazio per i complimenti sempre molto graditi, ma non c’è bisogno di darmi del Lei pertanto perdonami se io uso una formula più colloquiale, concordo con il tuo discorso ma preciserei che il fotografo resta sempre un riferimento ma sono cambiati i supporti, oggi il fotografo professionista è quello in grado di riprodurre la mia immagine fedele, non solo su carta ma: su una t-shirt, una tazza, una parete, una tela pittorica, etc.

      Il mercato è cambiato e chi si è saputo tenere al passo con i tempi continua a lavorare, mentre gli altri piangono la crisi. Oggi i fotografi sono i maggiori fruitori di articoli sublimatici, e come già hai letto è facile cadere in errori che possono diventare motivo di frustrazione, oltre che una perdita di tempo e di denaro.

      Mi chiedi un consiglio, e io sarò ben lieto di fornirtelo, ma da buon pignolo per farlo ho bisogno di avere delle informazioni che nel tuo commento non mi hai trasmesso, e poiché non sono solito sbagliare, se ti consiglio qualcosa devo essere ben certo che sia per te la miglior soluzione.

      Se mi scrivi in privato, specificando un tuo contatto telefonico, sarò ben lieto di farmi una chiacchierata per fare il punto di quello che vorresti produrre e, di cosa conviene utilizzare per farlo.

      Rispondi
  90. AvatarSerafina

    Salve vorrei ComprAre la richo sg3110dn quale marca d inchiostro per la sublimazione devo comprare?? Sono nuova in questo campo se lei mi può aiutare

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Serafina,
      purtroppo la Ricoh 3110dn è andata fuori produzione. La buona notizia è, che la stessa stampante viene ancora prodotta per aziende terze, se mi scrivi in privato ti rispondo con tutte le indicazioni per averla, completa di inchiostri e software necessari per poter stampare in modo professionale e senza rogne.

      Rispondi
  91. AvatarAndrea

    Stavo proprio cercando informazioni sulla stampa sublimatica e, per fortuna, sono incappato nella tua pagina.
    Ottimo articolo che mi ha risolto no pochi dubbi.

    Rispondi
  92. AvatarIlary

    Salve,
    Volevo anch’io cimentarmi in questo campo ma ho avuto diversi problemi con la mia stampante!
    È una stampante Epson, normale, ma che il venditore ha modificato prima di vendere.
    La situazione è veramente cretica!
    Presumo che il problema x il quale non riusciamo ad ottenere buoni risultati, sia anche questo!!
    Che stampante mi consiglia?
    Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Ilary,
      ti ringrazio per il commento, ma non c’è bisogno che mi dai del Lei, pertanto permettimi se io utilizzo una formula più diretta e colloquiale.

      Se hai letto bene l’articolo e i numerosi commenti con le relative risposte, un’idea su ciò consiglio penso che certamente te la fai, se invece pensi di aver bisogno del mio supporto, per evitare di romperti il cervello a cercare di capire quali sono tutti gli elementi giusti per ottenere delle stampe professionali, oltre alla stampante: inchiostri, carta, software, profili colore, basta scrivermi all’indirizzo email che trovi in fondo alla pagina contatti cliccando su questo collegamento: http://professionestampa.it/contatti/ e sarà mia cura mettermi in contatto con te non appena mi sarà possibile.

      Ciao
      Ilario

      P.S.: colgo l’occasione, per invitarti a unirti anche al Gruppo Facebook di Professione Stampa®, che in questo momento accoglie centinaia di Professionisti che si confrontano e interagiscono con me, approfondendo gli argomenti trattati nel Blog, nel mio libro e nel Canale YouTube di Professione Stampa®, che accoglie sempre più video d’interesse per il nostro settore, questo è il link al Gruppo FB e non dimenticare di rispondere alle domande perché l’ingresso è molto selettivo e l’accesso lo riservo soltanto a chi sono certo che sia del Settore: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/

      Rispondi
  93. AvatarEduardo

    Salve, vorrei inserire nella mia attività una stampante di piccole dimensioni , complimenti Ilario le tue informazioni sono state molto utili. Per gentilezza mi puoi consigliare. Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Edoardo,
      grazie per i complimenti, son felice che il mio articolo ti sia stato utile.
      Per il resto t’invito a inviarmi una mail, non ti scrivo l’indirizzo qui per non essere intercettato dai programmi che intasano poi la casella di Spam, ma se entri nella pagina contatti, in fondo trovi la mail, ti riporto il link per semplicità: http://professionestampa.it/contatti/
      A presto
      Ilario

      Rispondi
  94. AvatarBarbara

    Salve e grazie per la precisa ed utilissima spiegazione con questo articolo, complimenti!
    Visto che vorrei ampliare il mio giro con la stampa di maglie con loghi o simili e di gadget fino ad a4 ma visto che la mia HP OfficeJet 7510 Stampante All-In-One (fino ad a3) da quanto ho capito non credo vada bene, accetto consigli per una Ricoh.
    Grazie mille e buon lavoro.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie Barbara,
      penso che ciò che hai per la sublimazione non sia proprio adatto, ma se vuoi il mio supporto avrei bisogno di maggiori informazioni circa quelle che sono le tue esigenze, t’invito a scrivermi una mail.

      Rispondi
  95. AvatarAndrea

    Buonasera Ilario,
    Seguo il blog da qualche giorno e penso di essere nel posto giusto per chiarirmi le idee.
    Essendo un campo a me semi sconosciuto, vorrei avere qualche dritta per quanto riguarda la stampa su t-shirt con transfer e termopressa.
    Alcuni clienti mi chiedono piccole tirature di personalizzazione di magliette sia bianche che colorate, e chiaramente,vorrei consegnare un prodotto di buona qualità e durata a prezzi contenuti.
    Vorrei capire su quale tipo di stampante a colori orientarmi per ottenere brillantezza dei colori e resistenza ai lavaggi.
    Avendo fatto delle prove con alcuni transfer, ho riscontrato un effetto plastico sull’immagine e vorrei provare con gli autoscontornati che rilasciano solo il colore.
    Cosa mi consiglia?
    Grazie e ancora complimenti

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buonasera Andrea,
      non c’è bisogno che mi dai del Lei, pertanto perdonami se io uso una formula più colloquiale. Non è facile farti comprendere alcuni concetti in poche righe di commento, ti dico soltanto che se vuoi fare bella figura con i tuoi clienti con ciò che stai considerando sei del tutto fuori strada.

      Brillantezza dei colori, resistenza ai lavaggi, prezzi contenuti, sono tutte cose che non puoi ottenere con quello che stai valutando.

      Se sei interessato ad approfondire l’argomento e capire davvero cos’è ciò che devi valutare, t’invito a inviarmi una mail all’indirizzo che trovi nella pagina contatti di questo blog.

      Rispondi
  96. AvatarAndrea

    Buongiorno Ilario,
    ho inviato la mail al contatto ma non ho ricevuto risposta…ho una pressa a caldo per la stampa con transfer, volevo utilizzarla per stampare t-shirt.
    Vorrei qualche consiglio sulle attrezzature più indicate per ottenere buoni risultati, evitando la serigrafia.
    Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Andrea la tua comunicazione è stata ricevuta, riceverai a breve riscontro, considera che ogni giorno ricevo decine di richieste pertanto non sempre è possibile dare riscontro immediato a tutti.

      Rispondi
  97. AvatarPaolo

    Ciao Ilario
    Intanto voglio ringraziare della professionalità e passione che ci metti nei messaggi che scrivi, in secondo luogo ti voglio spiegare qual è ma mia necessità e vedere cosa farebbe il mio caso.
    Io devo stampare una piccola scritta ( 20 mm. x 8 mm.) su un lamierino verniciato a polvere e ho pensato ad una serigrafia/ sublimazione. Secondo te ho pensato male? cosa mi occorrerebbe nel caso?
    GRAZIE PAOLO

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Paolo,
      nel mercato puoi trovare dei pannelli in metallo che possono fare al tuo caso, sono quelli che vengono utilizzati anche per le targhe da premiazione e sono pronti per essere sublimati, certamente in sublimazione rispetto alla serigrafia ottieni una stampa più resistente e antigraffio oltre al fatto che puoi stampare anche a colori e in alta risoluzione.
      Spero che la mia risposta sia stata esaustiva.
      Se sei un professionista della stampa colgo l’occasione per invitarti a unirti al gruppo Facebook di Professione Stampa che accoglie sempre più Professionisti del Settore che si scambiamo consigli su materiali e attrezzature: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/

      Rispondi
  98. AvatarMarco

    Buongiorno Ilario , ho comprato da mio amico una stampante a sublimazione epson WF-7015 con cartucce sublimatiche ..ed ho riscontrato tutti i problemi da te elencati….ora riesco a capire molto di piu’ dopo aver letto tutto. ho un attivita’come fotografo, un piccolo negozio, la mia mole di lavoro purtroppo non è alta dunque ho fatto una scelta per una stampante di formato A3 come descritto , da come ho capito per risolvere in parte i miei problemi devo compare una stampante con inchiostri a gel della Ricoh , ( dove posso comprare questa stampante e quanto puo’ costare ? ) volevo un consiglio se ci sono altri soluzione avvrai capito qual’è il mio problema grazie du cuore per quello che scrivi lascio il mio recapito Marco *** ** ** *** buona giornata

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Buongiorno Marco,
      son felice che il mio articolo ti sia stato utile e mi spiace che hai potuto constatare tutto quanto sulla tua pelle.

      Per motivi di privacy il tuo riferimento telefonico è stato oscurato, per il futuro ricorda che quando si devono trasmettere dati privati è sempre meglio scrivere una mail all’indirizzo di Professionestampa.it, che è sempre presidiata.

      Ho compreso molto bene la tua problematica, e riceverai molto presto risposta alle tue domande.

      Rispondi
  99. AvatarDavide

    Grazie per le informazioni, sempre molto utili le esperienze altrui, specialmente così ben spiegate.

    Quindi tu sapresti darmi un consiglio su una stampante A3 da acquistare per piccole produzioni personli (no commerciali) non troppo costosa?

    Quindi ho capito che una cosa che non nasce sublimatica, va evitata.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Davide,
      son felice che il mio articolo ti sia stato utile. Nonostante l’articolo sia scritto già da qualche tempo è sempre valido, l’unica cosa è che negli ultimi mesi la Ricoh ha portato fuori produzione le stampanti che consiglio.

      La buona notizia è che continua a produrle soltanto per conto di altre aziende specializzate nella sublimazione anche se non è semplice reperirle, in ogni caso posso darti preziose info in merito, ma preferisco che avvenga in privato per lasciare un vantaggio competitivo alle aziende che chiedono il mio supporto.

      T’invito pertanto a scrivermi una mail all’indirizzo che trovi nella pagina contatti di questo blog, indicando un tuo contatto telefonico, così se non posso scrivere perché magari mi sto spostando in diverse città d’Italia come al mio solito, potrò farti una chiamata e risolvere tutti i tuoi dubbi in merito.

      Colgo l’occasione anche per invitarti a entrare nel gruppo Facebook di Professione Stampa che ti darà modo di approfondire tutti i temi trattati nel mio Blog e non solo: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/?ref=bookmarks

      Rispondi
  100. AvatarVito

    Ottima guida. Per le stampanti di piccolo formato quale modello di ricoh consigli. Vorrei usare la stampa sublimatica per gli adesivi su vinile. Grazie

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Grazie Vito,
      son felice che l’articolo ti sia stato utile, anche se sono spiacente di deluderti perché la sublimazione non è adatta per la personalizzazione degli adesivi in vinile, per i quali ci sono altre stampanti specifiche che utilizzano inchiostri diversi.

      Rispondi
  101. AvatarLuciana

    Ciao Ilario,
    sono una ragazza e lavoro da poco nel negozio di mia madre. Avevo intenzione di inserire nell’attività la possibilità di stampa su tazze, magliette, etc… Vorrei una dritta sulle attrezzature, in particolare la stampante, migliori da utilizzare.
    Grazie e complimenti 🙂

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Luciana,
      grazie per i complimenti che sono sempre graditi, per quello che mi chiedi ti chiedo di inviarmi una mail alla casella di professionestampa.it che trovi in fondo a questa pagina http://professionestampa.it/contatti/ non posso indicare direttamente l’indirizzo perché sarebbe immediatamente tempestata di spam, se mi indichi un tuo contatto telefonico avrò modo di poterti contattare e darti le info di cui hai bisogno.

      Rispondi
  102. AvatarG.M.

    Salve, potrei avere indicazioni sulla migliore stampante sublimatica a livello di produttività e gestione costi per abbigliamento sportivo personalizzato tipo ciclismo?
    Grazie in anticipo
    G.M.

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao, quello che mi chiedi è fattibile, ma per farlo dovrei avere indicazioni che non mi hai fornito. T’invito a scrivermi una mail privata all’indirizzo che trovi nella pagina contatti di questo blog dandomi più informazioni circa il tuo progetto.

      Colgo l’occasione per invitarti a entrare nel Gruppo chiuso di Professione Stampa dove potrai approfondire gli argomenti trattati in questo Blog oltre che interagire con me e con tanti altri Professionisti del settore: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/

      Rispondi
  103. AvatarMarina

    Grazie mille! Sono mesi che sto pensando di prendere un stampane per sublimazione e ero molto indecisa quale perché non devo sublimare per lavoro ma per hobby. Mi ha chiarito tantissimo le idee e mi ha tolto alcuni dubbi. Vorrei optare per un Ricoh visto che lo farò solo per hobby. Grazie di nuovo!

    Rispondi
  104. AvatarMauro Leonardi

    Anche a distanza di tempo è sempre un piacere rileggere ituoi articoli. Alla data attuale mi fa piacere osservare la tua “Coerenza” professionale che continui ad esprimere anche nel gruppo FB di Professione Stampa. Grazie & Buon Lavoro Ilario

    Rispondi
  105. Avatarerica

    Salve Ilario , grazie per le delucidazioni, vorrei chiederti un consiglio.
    Vorrei stampare una linea di decori da me creata su piatti di ceramica.
    Pensavo di comprare una pressa di quelle 5 in 1 cosi’ da poter spaziare anche in altri articoli come magliette ecc. ma è un settore sconosciuto per me e non saprei cosa scegliere.
    Sapresti indicarmi una stampante e una pressa adatti ad una principiante ? Premetto pero’ che ho da poco registrato un marchio e ho in previsione di fare molte stampe.
    Grazie mille e a presto

    Rispondi
    1. IlarioIlario Post author

      Ciao Erica,
      se hai come obiettivo quello di stampare tanto e in modo Professionale non penso che ti stia indirizzando sulle attrezzature giuste considerando una 5 in 1, perché di quelle 5 funzioni che promettono di fare non ne fare svolgono una in modo decente costringendoti a buttare poi un bel pò di materiale perché invendibile.
      Se ti fa piacere procedere con il mio supporto scrivimi una mail all’indirizzo mail che trovi nella pagina contatti di questo blog e che qui non riporto per non essere intercettato dai programmi di Spam.

      Colgo l’occasione per invitarti a unirti al Gruppo FB di Professione Stampa che raccoglie sempre più operatori del settore con cui approfondisco i temi trattati in questo Blog e non solo: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328/

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *