Come stampare il Poliestere con la Epson F2000 o F2100

By | 6 Settembre 2021

Oggi svelerò il metodo più efficace per ottenere stampe Professionali, con alta durata ai lavaggi anche sul tessuto di Poliestere, conoscerai come stampare il Poliestere con la Epson F2000 o F2100, e potrai applicare questo metodo per trasferire le tue stampe anche sul tessuto di cotone colorato senza usare il Pretrattamento, risparmiando così tempo e denaro.

Essendo la stampa DTG tra le mie specializzazioni, in questi anni non sono mancate le aziende produttrici che mi hanno proposto la loro soluzione miracolosa per stampare sul poliestere bianco e colorato.

Ho avuto occasione di testare numerosi liquidi di pretrattamento, che puntualmente si sono rivelati inutili, alcuni ingiallivano, altri venivano lavati via assieme alla stampa durante i lavaggi, insomma a oggi non esiste nel mercato nessun primer che consenta di stampare con la Epson F2000 o F2100 direttamente sul poliestere garantendone la tenuta ai lavaggi.

So che ora sarai confuso, perché se hai iniziato a leggere quest’articolo, è per scoprire come stampare il poliestere con la Epson F2000 o F2100, e ti voglio rassicurare perché come sempre manterrò fede alla mia promessa e non deluderò la tua aspettativa.

La soluzione che sto per svelarti non è intuitiva, e ti consentirà di realizzare le tue stampe su una gamma di supporti che non avresti mai immaginato possibili con la tua stampante Epson F2000 o F2100. Infatti, non potrai stampare soltanto sul Poliestere bianco e colorato, ma sarai in grado di stampare anche su materiali rigidi, quali ceramica, legno, alluminio.

Lo so che muori dalla curiosità di sapere tutto subito, ma da questo momento è importante che ti concentri su quello che stai per leggere, perché ti svelerò una procedura diversa da quella cui sei abituato e che stravolgerà il tuo modo di lavorare, dandoti un notevole vantaggio competitivo sui tuoi colleghi che a parità di attrezzatura, ignorando questo processo, non saranno in grado di stampare su tutti i tessuti così come potrai fare tu.

Quindi, concediti un attimo di pausa da tutte le distrazioni che possono distogliere la tua attenzione, perché sto per introdurre un concetto di stampa che certamente non pensavi possibile con la tua stampante Epson.

Hai mai sentito parlare di DTF?

Sì hai letto bene, non ho sbagliato a scrivere, so bene che le Epson F2000 e F2100 sono stampanti che utilizzano la tecnologia DTG acronimo di: Direct To Garment, cioè stampa Diretta sul Tessuto.

Il DTF pertanto si riferisce a un procedimento diverso, ed è l’acronimo di Direct to Film, o anche di Digital Transfer Film, che significa stampa diretta sul Film o Transfer Film Digitali.

In questo momento sarai ancora più confuso, penserai: cosa c’entra il DTF con le stampanti DTG?

Continua a leggere perché stai per scoprire che con la tua stampante oggi è possibile stampare anche DTF, intendo stampare direttamente sul film e produrre delle Stampe Transfer Digitali, che potrai trasferire in modo semplice e veloce su tutta una serie di supporti non contemplati con il DTG.

Com’è possibile?

E’ possibile stampare in DTF con la tua Epson F2000 o F2100 ma per farlo hai bisogno di uno strumento indispensabile: il RIP DTG TOP®, senza il quale non potrai stampare sul film plastico.

A differenza del tessuto, sul film dobbiamo scaricare una quantità d’inchiostro molto minore, è questo un ulteriore motivo di risparmio di denaro, infatti, sulle stampe colorate userai almeno un 70% in meno d’inchiostro bianco rispetto a stampare direttamente sul tessuto.

Utilizzando il Garment Creator di Epson con le stesse impostazioni che usi per il tessuto, sul film si formerebbero le gocce d’inchiostro e la stampa inizierà a colare sul supporto. Oltre a questo ci sono anche altre 2 aspetti fondamentali che differiscono le stampe DTF da quelle DTG:

  1. Le stampe DTF devono essere speculari, e fin qui nessun problema, perché potresti importare sul programma le stampe già specchiate, ma il problema sarà maggiore sul prossimo punto.
  2. Nella stampa DTF, si deve stampare prima il Colore e poi il Bianco. Pertanto esattamente il contrario di ciò che avviene quando stampi sul tessuto dove si da prima il bianco di fondo e poi i colori di quadricromia sopra. Nella Epson F2100 è possibile stampare sul Film in un unico passaggio, perché la F2100 a differenza della F2000 supporto la stampa simultanea del bianco assieme al colore, questo consente ai possessori della F2100 di essere più produttivi, riuscendo a produrre le stampe più velocemente rispetto a chi ha una F2000.

Se già mi segui anche nel gruppo Facebook di Professione Stampa® o nel canale YouTube, saprai che il RIP DTG TOP® è Professione Stampa Tested, questo significa che il Software è stato testato personalmente da me e non ti faccio mistero che tante funzioni che troverai all’interno, sono state da me richieste e, ho realizzato personalmente la maggior parte dei profili in esso contenuti.

Il Programma è utilizzato con successo già da tempo tantissimi operatori del settore, che avevano come obiettivo quello di portare le loro stampe a un livello superiore, uno dei motivi che ha spinto anche tanti già esperti è quello che con l’acquisto del RIP DTG TOP® si ha diritto a un corso formativo di oltre 3 ore, tenuto personalmente da me, dove apprenderai i seguenti punti:

  1. Tecniche e Strategie per l’ottimizzazione dei costi di stampa e delle performance del Sistema produttivo.
  2. Il TEST DI DENSITÀ – Come leggerlo.
  3. Come valutare con precisione matematica i carichi d’inchiostro Bianchi e Colorati sulle t-shirt scure.
  4. Perché le stampe sui tessuti colorati spesso presentano puntini Bianchi, come evitarli.
  5. Perché nel cotone bianco i colori accostati si contaminano. Il segreto per risolvere il problema.
  6. Come capire qual è la giusta saturazione del primer sul tessuto – valutare una giusta stesura.
  7. Evitare gli aloni di primer sui tessuti colorati.

A questi 7 punti, ovviamente si aggiunge tutta la formazione sulla stampa DTF, infatti, ho voluto far aggiungere il modulo DTF che in pratica è un Programma nel Programma, un lavoro che ha impegnato 4 programmatori per circa un anno, e che sono stato entusiasta di presentare a lavoro concluso, perché convinto che ciò rappresenti una svolta importante nel modo di lavorare di centinaia di stampatori che capiranno l’importanza di questa evoluzione, chi vuol competere in questo mondo non può farlo senza contemplare la stampa DTF, e il RIP DTG TOP® è un elemento fondamentale che non puoi non avere.

Non voglio parlare oltre del RIP DTG TOP® che sarà argomento di un articolo dedicato considerato che c’è davvero tanto da dire su questo programma, torniamo invece sull’argomento dell’articolo, ossia la stampa DTF e la possibilità di stampare sul tessuto di Poliestere.

Come ho scritto sopra, la stampante da sola non basta, ma avrai bisogno del RIP DTG TOP® ossia un programma dedicato, e di altri 2 elementi fondamentali:

  1. Il film su cui stampare le stampe da trasferire.
  2. La colla da applicare alle stampe.

Questi 2 elementi mi hanno impegnato non poco perché esistono centinaia di film e di colle con caratteristiche diverse, la maggior parte dei quali non va bene per la stampa Digitale.

Tu sei fortunato perché leggendo quest’articolo eviterai di perdere il tempo che io ho dedicato per trovare i materiali migliori per la stampa digitale, ossia quelli capaci di rendere una risoluzione più alta possibile alle stampe e una durata ai lavaggi più lunga, infatti, sto per svelarti i nomi dei prodotti che ti consiglio di utilizzare e con cui farai la differenza rispetto ai tuoi concorrenti:

  • Il film che ti consiglio è il TOP FILM DTF®, uno speciale film concepito per stampe ad altissima risoluzione, capace di esaltare i dettagli e i colori delle Stampanti Epson F2000 e F2100.
  • Mentre per la colla, non posso che consigliarti la TERMODUST®: una colla speciale, pensata specificatamente per le stampe digitali, l’unica con granuli finissimi per non alterare l’altissima risoluzione delle stampe digitali.

Colla e Film

La procedura?

Se ti stai ponendo questa domanda, è legittima, non conoscendo il DTF. La procedura di stampa è semplice ma come sempre ci sono insidie nascoste che bisogna sapere per evitarle e piccoli trucchi che serviranno a ottenere delle stampe a effetto serigrafico con una durata ai lavaggi molto elevata.

Praticamente a stampa ancora fresca va spolverata la colla, che andrà a posizionarsi esclusivamente sull’inchiostro fresco, poi bisogna semplicemente scuotere il film per far cadere la polvere di colla in eccesso, e disporre il film in termopressa o in un forno serigrafico per asciugare la stampa e far fondere la colla, a questo punto la stampa è pronta per essere trasferita su tutti i supporti possibili, sia di tessuto sia rigidi: cotone, poliestere, legno, ceramica, etc.

Come hai notato ho volutamente evitato di fornire tempi e temperature precise per 2 motivi:

  1. Perché tempi e temperatura variano in base alle attrezzature che possiedi, ed io ho certezza dei dati esclusivamente delle attrezzature che consiglio, che sono quelle che ho testato.
  2. Perché è giusto lasciare la completezza delle informazioni a chi vorrà chiedere il mio supporto diretto, e pagherà per essere guidato passo dopo passo all’ottenimento di stampe Professionali competendo con i più esperti, anche se non ne aveva mai fatto prima, come ho già scritto, ci sono delle insidie nascoste da conoscere e piccoli trucchi che fanno la differenza tra una stampa scadente e poco duratura ai lavaggi e una stampa in alta risoluzione con colori fedeli, vivaci e persistenti ai lavaggi.

Leggendo quest’articolo hai acquisito la consapevolezza di ciò che è possibile ottenere con la tua stampante, e ovviamente sei libero di decidere se stare fermo e continuare come hai sempre fatto oppure evitare che l’ultimo arrivato ti passi davanti perché a parità di attrezzatura è stato più dinamico e ha colto per primo l’evoluzione del settore.

Se sei interessato di aggiungere il DTF al DTG avrai comunque 2 possibilità differenti:

  1. Prendere i materiali necessari e procedere per tentativi, con magheggi, consigli del cugino di turno, o del collega che è andato in vacanza in America e ha visto…, o dell’amico che è stato in Cina…, il tutto con l’aggiunta di una buona dose di preghiere e scongiuri, nella speranza che in un modo o nell’altro le stampe vengano bene, anche se c’impieghi 10 volte di più e soprattutto che non vengano lavate via durante i primi lavaggi.
  2. La seconda, invece molto più semplice e comoda: chiedere il mio supporto e avere la formazione necessaria per essere produttivo da subito e competere ai massimi livelli passando immediatamente in corsia di sorpasso in corsa verso i primi posti, di fianco a quelli più esperti, ottenendo una certezza e una consapevolezza di produrre stampe certificabili perché ottenute seguendo procedure testate e certe. Considera che al momento supporto aziende che producono stampe Transfer Digitali per prestigiosi marchi di abbigliamento Fashion che hanno sottoposto le stampe a test molto rigorosi prima di accettare le forniture.

Siamo quasi giunti alla fine di quest’articolo, ma prima voglio ricordarti che è possibile interagire con me anche nel Gruppo Facebook di Professione Stampa, si tratta di un Gruppo riservato esclusivamente ai Professionisti del Settore titolari di azienda o dipendenti di aziende che operano nel settore che sentono l’esigenza di ottimizzare il processo produttivo restando sempre aggiornati e acquisendo nuove conoscenze che possono fare la differenza competitiva in un mercato sempre più spietato, che punisce la staticità di chi si vuol permettere il lusso di restare fermo, puoi raggiungere il gruppo Facebook cliccando sul link seguente e rispondendo alle domande necessarie per avere accesso: https://www.facebook.com/groups/1672601186323328

Ora sai come stampare il Poliestere con la Epson F2000 o F2100, ma Prima di lasciarti ti voglio dare un ultima perla, aggiungendo il link di un video dove mostro la procedura per stampare direttamente sul film: https://youtu.be/D0FOy3lxJS4

Se sei interessato a chiedere il mio supporto puoi inviare una mail all’indirizzo di Professione Stampa, è l’unico modo per avere certezza che il tuo messaggio mi giunga e non venga filtrato nello spam così come avviene ad esempio con chi m’invia comunicazioni su messenger o su altri canali che non presidio.

Ti do appuntamento al prossimo articolo e t’invito a lasciare un commento o a condividerlo se lo trovi utile.

Ilario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *